Ticker powered by SteGaSoft

-

Sotto di me il baratro. Il diario inedito di Mussolini del 1942

L’epopea infinita dei diari e dei quaderni di Benito Mussolini continua. Adesso è il turno di un’agenda del 1942. Per ...

Dalla Svizzera spunta un nuovo diario di Mussolini

«L’immaginario collettivo si è talmente assuefatto all’idea che i diari di Mussolini possano essere solo falsi che, se verranno fuori ...

Waterloo 200 anni dopo: la rievocazione della battaglia

Seimila rievocatori in uniforme storica, settantamila spettatori per ciascuna serata, due bivacchi con centinaia di tende, dieci milioni di euro ...

Storia in Rete Speciale 1915, l'Italia va alla guerra

Uno speciale di 164 pagine tutto dedicato a come l’Italia è entrata nella Grande Guerra, giusto 100 anni fa. In ...

L’evoluzione della bellezza femminile negli ultimi 3.300 anni

La bellezza è negli occhi di chi guarda ma un occhio può vedere cose molto diverse a seconda di dove ...

Se gli emigrati italiani tornavano per combattere in trincea

Nel 1915, l’Italia, ruppe gli indugi e dichiarò guerra all’Impero Austro-Ungarico per liberare Trento e Trieste e completare quel processo ...

L'Europa come l'Impero romano: implosione da natalità zero

Quei razionalisti polemici di Voltaire e Gibbon attribuirono la caduta dell’Impero Romano al disfattismo ispirato dal cristianesimo, atterriti dall’immagine della ...

Il centenario anti-italiano: così la cultura sputa sulla Grande Guerra

La Prima Guerra Mondiale ha segnato il punto più alto raggiunto dall’Italia nella sua millenaria storia. Un esercito inferiore per ...

All’Italia oggi serve una lotta di classe culturale

Quasi un secolo e mezzo è passato dall’uscita de “Il Capitale”, di Karl Marx e Friedrich Engels. Cosa resta oggi di tutto il portato filosofico e sociale di quest’opera? E’ un testo ancora fruibile, rispetto alle mutate esigenze della società …
Continua »

 

Mario Sironi e il caso dell’affresco “defascistizzato” a La Sapienza

Il lapsus. Ha una storia codificata nella psicanalisi freudiana, nella critica del marxismo freudiano, nella psicolinguistica… Come che sia allude, naturalmente svela, intriga. E’ un dettaglio minimo, all’apparenza irrilevante, ma capace all’improvviso di accendere discussioni tenute sopite dalla necessità politically …

Continua »

Guai ai vinti: le violenze alleate in Germania in un nuovo libro

I tedeschi, si sa, hanno tutte le colpe, da sempre: oggi sono i feroci custodi dell’euro, mentre ieri erano i Barbari che combatterono contro Roma, i Lanzichenecchi che la saccheggiarono, gli Unni che ci sconfissero a Caporetto, e i Nazisti …

Continua »

 

Storico ammette: Hitler non si è sparato in testa

American historians have finally disproved the official explanation of Hitler’s death, by proving that the skull with a bullet hole found by Russians in 1946, actually belonged to a woman.

July 22, 2015 by Sean Adl-Tabatabai Your News Wire

DNA analyses on the …

Continua »

Sovranità e diritto. I tabù antinazionali dei partiti di sinistra

I tabù della sinistra radicale verso l'europeismoPerché in Francia il Front National ha sempre più consenso, mentre il Front de Gauche ristagna? Per rispondere Jacques Sapir presenta sul suo blog il libro di Aurélien Bernier – “La sinistra radicale e i suoi tabù” – che si …

Continua »

 

«Iron hulls – iron hearts». L’eroismo italiano a el Alamein

Una voce – quella del generale Francescantonio Arena, che immaginiamo ferma ma venata di commozione – comunica che: «Carri armati nemici fatta irruzione a sud dell’Ariete / con ciò Ariete accerchiata. Trovasi circa 5 km nord-est Bir el-Abd. Carri Ariete …

Continua »

Le perversioni degli artisti? Il prezzo della loro grandezza

raquel welch e salvador dali'L’amoralità, anzi l’anti-moralità (ma non necessariamente l’anti-eticità) della perversione è un ottimo propellente per la creazione artistica. E può esserlo in due modi: o come valvola di sfogo da cui espellere le scorie per disintossicarsi, vale a dire come deiezione …

Continua »

 

L’Oro di Dongo. Un nuovo libro fra indagine e minimizzazione

La morte di Mussolini, l’oro di Dongo e la lunga scia di sangue versata per occultarne la destinazione. Il racconto dei misteri che si accompagnano all’epilogo del Duce è una narrazione alla quale pochi storici sanno sottrarsi, così si cimenta …

Continua »

Banner abbonamenti Storia in Rete

L’Europa come l’Impero romano: implosione da natalità zero

Quei razionalisti polemici di Voltaire e Gibbon attribuirono la caduta dell’Impero Romano al disfattismo ispirato dal cristianesimo, atterriti dall’immagine della chiesa dell’Aracoeli e dello sciamare sul Campidoglio di frati salmodianti. Altri sono ricorsi all’insufficienza militare, la sclerosi amministrativa, il benessere, …

Continua »

 

Il 29 maggio a Istanbul, festa della conquista ottomana

Il 29 maggio è per Istanbul una giornata speciale: una giornata di celebrazioni. A essere ricordata non è però la fondazione della nuova Roma, che infatti avvenne l’11 maggio del 330; né la santità del fondatore imperiale Costantino, a cui …

Continua »

Inca, il suicidio di una civiltà in mostra al Quai Branly di Parigi

È il tramonto del 16 novembre 1532. Atahualpa, l’imperatore inca, sta entrando nella piazza di Cajamarca. È uno dei momenti della storia in cui tutto si condensa e si rapprende. I tempi lunghi dei cicli economici, delle mutazioni antropologiche, tecnologiche, …

Continua »

 

Italiani da ricordare: la storia di Balilla e la rivolta di Genova

Il 5 dicembre 1746 a Genova gli austriaci rimasero impantanati con un cannone nel quartiere Portoria. L’ufficiale ordinò alla folla di aiutarli scatenando la rivolta, iniziata appunto con la pietra lanciata dall’undicenne Giovan Battista Perasso.

di Enrico Silvestri dal Giornale …

Continua »

Waterloo 200 anni dopo: la rievocazione della battaglia

IMG_8448Seimila rievocatori in uniforme storica, settantamila spettatori per ciascuna serata, due bivacchi con centinaia di tende, dieci milioni di euro di investimento pubblico immediatamente coperti con la sola vendita dei biglietti, un investimento abbondantemente ripagato dall’enorme indotto creato fra Brussels …

Continua »

 

Roma ricorda Goffredo Mameli nell’anniversario della morte

Roma omaggia Goffredo Mameli (Genova, 5 settembre 1827 – Roma, 6 luglio 1849). Nei giorni che rievocano gli ultimi giorni di vita del giovane patriota, in omaggio alla sua figura, il monumento che ne custodisce il sepolcro in porfido rosso …

Continua »