“Una sola moltitudine”: San Francesco e i Francescani

24 aprile

SONY DSC Sarà dedicata a “Francesco d’Assisi e ai francescani” la quarta puntata del docu-film “Una sola moltitudine” che andrà in onda questa volta lunedì 25 aprile alle 21.55 su Tv2000. “Una sola moltitudine” è una serie di documentari in cinque puntate sulla vita e le opere di alcuni grandi Santi fondatori di ordini religiosi. Prodotti da “La storia in Rete” per la regia di Alessandra Gigante e scritti da Fabio Andriola, i docufilm ricostruiscono, attraverso l’interpretazione in costume di attori professionisti, la storia di cinque Santi e la nascita della regola dell’Ordine che ognuno di loro ha ispirato. Spazio inoltre alle testimonianze dei sacerdoti, dei frati e delle suore che, oggi, ne incarnano il carisma seguendo nella vita di tutti i giorni la via che il padre fondatore ha indicato secoli addietro. Dopo la puntata dedicata a “Chiara D’Assisi e Le Clarisse”, quella su “Benedetto da Norcia e i Benedettini e quella su Domenico di Guzman e l’Ordine dei Predicatori (il vero nome dei Domenicani) tocca ora a San Francesco anche lui, come Domenico e Chiara, attivo nei primi tre decenni del Duecento. In programma la prossima settimana l’ultima puntata su “Ignazio di Loyola e i Gesuiti” (lunedì 2 maggio).

 

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

3 commenti


  1. IO NON SONO RIUSCITO A VEDERE LA PUNTATA SU FRANCESCO DI ASSISI E Dei FRANCESCANI. DESIDERO SAPERE SE SI PUÒ AVERE LA POSSIBILITA DI POTERLA RIVEDERE DA QUALCHE ALTRA PARTE IN WEB. RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE.

    Daniele

  2. Appena TV2000 la rimetterà in palinsesto vi avvertiremo! :)

    emanuele

  3. molto belli i filmati/ documentari della serie “una nuova moltitudine- si possono acquistare in cd rome?
    altrimenti come si fa arivederli ?
    grazie .

    fabrizio

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.