USA, “antirazzisti” peggio dell’ISIS: calci alla statua confederata

17 agosto

Durham, 16 ago – Uno scempio, una furia iconoclasta degna dell’Isis. Guardando le immagini degli antifa impegnati ad abbattere e prendere a calci la statua di un soldato confederato a Durham in North Carolina, il paragone con distruzione dei reperti archeologici di Ninive o dei templi di Palmira da parte del Califfato viene automatico.

Di Davide Romano dal Il Primato Nazionale del 17 agosto 2017

Il fatto è avvenuto lunedì scorso. L’abbattimento della statua posta di fronte al tribunale di Durham nel 1924, rappresentante un soldato confederato con sotto la scritta “in memoria dei ragazzi che indossarono il grigio”, era stato ordinato dalle autorità locali.

Gli “antirazzisti” però, hanno pensato bene di indire una mobilitazione e di abbattere loro stessi la statua. Una volta caduta in terra hanno pensato bene di “infierire” riempiendola di calci e sputi.

Immagine anteprima YouTube

 

ULTIM’ORA: Trump contro la rimozione delle statue sudiste: «La storia e la cultura del Paese fatte a pezzi»

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.