Addio a Sandro Provvisionato, amico e co-fondatore di “Storia In Rete”

31 ottobre

Sandro ProvvisionatoSandro Provvisionato se n’è andato a 66 anni, la sera del 30 ottobre 2017. Se n’è andata una bella persona in primis: buona, mite, preparata, aperta al confronto, curiosa… e poi se n’è andato un giornalista serio, preparato, intelligente. Con Sandro abbiamo creato – era la primavera / estate 2000 – il sito di “Storia In Rete” per creare uno spazio che fosse come noi, diversi in tutto tranne che nella consapevolezza che la cappa del conformismo culturale, storico e giornalistico andava per lo meno incrinata.

Poi, quando è nata la rivista Sandro ha collaborato sui suoi temi (i misteri d’Italia ma anche i retroscena dell’11 settembre) fino a due numeri fa. Quindi la perdita è totale: umana e professionale. Negli ultimi mesi l’ottusità di alcuni finti amici si è scatenata contro “Storia In Rete” responsabile di essersi troppo aperta al dialogo. Una polemica lunare per gente come Sandro che, proveniente dall’estrema sinistra, ha sempre saputo e voluto confrontarsi senza rancore e senza pregiudizi con chi stava dall’altra parte. Un caso non isolato ma certo non frequente.

Mancherà quel suo sorriso bonario e tenero – Sandro era di quelli che sorrideva non solo con le labbra ma con tutto il volto e soprattutto con quegli occhi che mi facevano sempre venire in mente un altro gigante buono: Bud Spencer – e quella sua onestà che l’ha guidato da inviato in giro per il mondo e in tanti libri-inchiesta pieni di fatti e collegamenti, segno di una professionalità solida perché costruita nel tempo. Sembrerà retorico ma credo sia proprio così: da oggi il mondo è un po’ più grigio e spento. Invece il cielo è già un po’ più luminoso. Salendoci Sandro avrà avuto una bella sorpresa che forse non si aspettava: c’era qualcuno pronto ad accoglierlo a braccia aperte e ad annunciargli una nuova vita. (F.An.)

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Un commento


  1. La morte è l’inizio della immortalità. Concordo in toto con quanto scritto dal direttore di “Storia in Rete” che ha avuto la fortuna di conoscere personalmente Sandro Provvisionato. Condoglianze sincere alla Sua famiglia. Una persona seria ed un giornalista d’inchiesta non ha vita facile nei media presenzialisti e banali attuali. Dal 30 ottobre 2017 la verità storica e mediatica è un po’ più debole in Italia.

    Alessandro De Felice

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.