Storia in Rete speciale: “La storia nascosta della Resistenza”

24 aprile

Pagine da SPECIALE STORIA IN RETE 12 - resistenza_Pagina_1_resizeA 75 anni dalla giornata che rappresentò l’acme della Guerra Civile in Italia, “Storia in Rete” prova a fare il punto su di un capitolo del nostro passato che stenta ancora a divenire “storia” per rimanere “mito”.

Interviste, documenti, analisi e inchieste esclusive raccontano i 20 mesi in cui la Resistenza operò in Italia, divisa nelle sue molte anime, spesso in conflitto fra loro, agendo eroicamente ma anche perseguendo obbiettivi totalmente eccentrici allo scontro col “nazifascismo”, soffrendo dure perdite e tragedie intestine tutt’oggi non metabolizzate dalla memoria collettiva.

130 pagine per dare una narrazione diversa dei vincitori della Guerra Civile, fuori dal mito e dai reducismi.

GUARDA L’ANTEPRIMA DELLO SPECIALE DI STORIA IN RETE

Disponibile in PDF a € 5,90 e nelle edicole a € 9,90.

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

8 commenti


  1. non riesco a comprare on-line lo speciale sulla resistenza

    Nicola SILENTI

  2. vorrei ordinare lo speciale pdf

    marco fermani

  3. c’è il link in fondo alla pagina

    emanuele

  4. che problema riscontri?

    emanuele

  5. dove è il link per il pdf?

    marco

  6. hai ragione, grazie d’avercelo segnalato! Ora c’è

    emanuele

  7. Nelle edicole non trovo più il numero di Storia in Rete speciale: “La storia nascosta della Resistenza”. Non voglio quello in pdf, solo quello cartaceo. Come posso fare ad ordinare l’arretrato presso di voi. Grazie.

    ADALBERTO POMPANIN

  8. si può rivolgere ad abbonamenti.zonafranca@gmail.com
    grazie.

    emanuele

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.
 
StoriaDoc su