Val d’Aosta: quanti “Mussolini cittadino onorario”?

23 maggio

Sono undici i Comuni della Valle d’Aosta che hanno attribuito (e mai revocato) la cittadinanza onoraria a Benito Amilcare Andrea Mussolini. Secondo quanto è stato riferito oggi in Consiglio regionale dal presidente della Regione, Augusto Rollandin, rispondendo ad una interrogazione di Alberto Bertin, e Albert Chatrian (Vda Vive-Rv), Benito Mussolini è anche cittadino onorario di Aosta, capoluogo della regione.

da WWW.ANSA.COM del 20 maggio 2009

“Può essere – ha precisato Rollandin – che anche altri comuni abbiano conferito la cittadinanza onoraria a Mussolini, ma che non hanno nei loro archivi ritrovato la relativa documentazione”.

Inoltre, sempre secondo quanto afferma il presidente della Regione, in Valle d’Aosta, come in tutta Italia, nel mese di maggio del 1924 data di dichiarazione della guerra all’impero austro-ungarico, vi è stata una moltiplicazione di casi di cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, che all’epoca era presidente del Consiglio dei Ministri.

____________________________________

Inserito su www.storiainrete.com il 23 maggio 2009

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.