Home Ultime notizie 1976: Kissinger non impedì l'omicidio dell'ambasciatore cileno?

1976: Kissinger non impedì l’omicidio dell’ambasciatore cileno?

Dagli archivi statunitensi è emerso un documento che rivelerebbe responsabilità indirette di Henry Kissinger per l’assassinio a Washington dell’ex ambasciatore cileno Orlando Letelier, strenuo oppositore di Augusto Pinochet. In un telegramma datato 16 settembre 1976 si legge che l’allora segretario di Stato non volle che il dipartimento di Stato inviasse un monito ai governi di Cile, Montevideo e Uruguay affinchè ponessero fine agli omicidi politici. Cinque giorni dopo Letelier saltò in aria in un attentato ordito nell’ambito della cosiddetta “Operazione Condor”. Secondo Kissinger, tuttavia, il NARA avrebbe distorto il contenuto del telegramma, poichè egli intendeva solo fornire al suo ambasciatore a Montevideo un’altra maniera per continuare a far pressioni sul governo uruguayano poichè lo stesso ambasciatore “temeva per la propria vita”.

____________________________

Inserito su www.storiainrete.com il 19 aprile 2010

- Advertisment -

Articoli popolari

Italia-Francia 1940: la verità dietro la “pugnalata”

Nell’ottantesimo anniversario dell’ingresso dell’Italia nella Seconda guerra mondiale, ci attende la solita caterva di banalità sull’impreparazione italiana, e nel caso specifico,...

2003: il mondo in guerra grazie alle fake news di GB e Usa

Un bel film - in programmazione su Sky e Infinity tra gli altri - uscito subito prima della Pandemia e quindi...

Affari segreti all’ombra della Guerra Fredda Usa-Urss (inclusa l’Italia con Pci e Fiat)

L'editore Iduna ha ripubblicato un saggio sorprendente che apre uno scorcio inatteso sui retrosceni dei rapporti Est-Ovest nella seconda parte del...

Irlanda senza pace: ora Londra sfrutta Heaney per celebrare l’occupazione dell’Ulster

Ironia della sorte, dopo esattamente un secolo dalla nascita della Repubblica d’Irlanda, istituita il 6 dicembre 1921 con la firma apposta...