Cinema e terrorismo al “Saturno Film Festival” di Anagni e Alatri

14 novembre

Sono aperte le iscrizioni al seminario “Cinema, storia e terrorismi in Europa”, che si terrà nei tre giorni d’apertura del “Saturno Film Festival” di Anagni e Alatri (23, 24 e 25 novembre). Riservato a studenti universitari e dottorandi, affronterà il rapporto tra cinema e terrorismo, ma “al plurale”, e l’impatto sulla società civile. “Il rapporto tra cinematografia e terrorismi è sempre stato complicato e sfuggente, così come lo è la definizione stessa di terrorismi. Ottenere attenzione mediatica è sempre stato un obiettivo fondamentale per qualunque gruppo riconducibile in qualche modo alla definizione di terrorista. E, nonostante le difficoltà nel rappresentare queste tematiche, esistono anche film che parlano estensivamente o solo di sfuggita di terrorismi”, ci dice Luca Peretti del comitato organizzatore, sulla pagina Facebook della manifestazione. Aggiungendo: “Sono opere che spesso hanno scatenato controversie e sono state molto discusse, come il recente “Il sol dell’avvenire” (Gianfranco Pannone, 2008), che sono stati influenzati e sconvolti in corso di lavorazione a causa di eventi esterni, come “Ogro” (Gillo Pontecorvo, 1979) o ancora che sono stati studiati e discussi da gruppi di guerriglia urbana, (come “La battaglia di Algeri”, Gillo Pontecorvo, 1966).

Questi, a grandi linee, sono alcuni dei temi trattati in questo convegno, il terzo seminario di studi organizzato all’interno del “Saturno Film Festival” dopo “Storie ed immagini del conflitto. Focus sulla guerra civile in Spagna” nel 2007 e il convegno dello scorso anno, dedicato alla dialettica fra cinema e storia”. Il convegno sarà organizzato nell’arco di tre giorni, così da dare la possibilità di rimanere in Ciociaria a tutti i relatori e di partecipare in maniera attiva ai lavori, e verrà articolato in quattro sessioni di lavoro con tre interventi più un moderatore per ogni sessione. Nella mattinata del terzo giorno è prevista inoltre una tavola rotonda con alcune personalità che si sono occupate di cinema e terrorismo, moderata da un importante critico cinematografico e da uno storico. I convegnisti saranno tutti autorevoli docenti universitari italiani e stranieri, nonché registi, scrittori e sociologi: come relatori interverranno, tra gli altri, Christian Uva (Università di Roma Tre), Vito Zagarrio (Università di Roma Tre), Alan O’Leary (Università di Leeds), Paolo Varvaro (Università di Napoli), Antonello Savoca (autore televisivo), Guido Vitiello (Università di Roma La Sapienza), Marco Dotti (Università di Pavia) e Susanna Pellis (Università di Roma La Sapienza, direttore Artistico Irish Film Festa). Al seminario hanno aderito anche numerosi atenei e ai partecipanti verranno riconosciuti crediti formativi da “convertire” a scuola. “L’idea”, conclude Peretti, “è cercare di parlare di cinema e terrorismo in maniera non scontata, non correndo naturalmente dietro alla politica e alle visioni delle “vittime” e dei “carnefici”. E, soprattutto, non dimenticandosi che una buona base di studio della storia è fondamentale per poter inserire queste vicende in un orizzonte che non si fermi al film, alle pellicole in sé, oppure all’approccio della critica cinematografica”.

Per informazioni, info@saturnofilmfestival.comhttp://www.saturnofilmfestival.com/

(Gabriele Testi)

_______________________

Inserito su www.storiainrete.com il 14 novembre 2009

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.