Il 6 e il 7 marzo, a Ferrara la Storia va in fiera!

4 marzo

Rievocazione storica, borghi antichi e turismo culturale, sagre e tradizioni. L’Italia è il paese che ha più storia di tutto il mondo. E finalmente si decide a farne un’occasione di sviluppo, crescita economica e culturale. Nasce così a Ferrara “Storia in Fiera”, il 6 e 7 marzo prossimi presso il Centro fieristico della città romagnola

E’ noto che l’Italia possiede un patrimonio culturale unico al mondo. Ma forse pochi sono consapevoli della caratteristica che lo rende inimitabile: ossia, la sua diffusione. Ovunque si posi lo sguardo, ci si imbatte nelle testimonianze storiche e culturali del passato, siano esse monumenti, opere d’arte, manifestazioni e rievocazioni storiche, cibi e sapori. STORIAinFIERA, che si terrà a Ferrara presso il Centro fieristico dal 6 al 7 marzo 2010, nasce con l’obiettivo di far conoscere i tesori nascosti del nostro immenso giacimento culturale, i suoi borghi storici e le sue tradizioni gastronomiche, attraverso la rievocazione storica.

La rievocazione storica è una delle modalità di spettacolo, con valenze anche didattiche, tra le più innovative e interessanti nell’attuale panorama culturale italiano e internazionale. Spesso, e a torto, è confusa con le attività folcloristiche o con le ambientazioni che si vedono nelle feste paesane e nelle sagre. Si tratta invece di una vera e propria azione di riproposizione della storia, dettagliata e storicamente corretta, in cui il pubblico non è un semplice spettatore, ma diviene protagonista dell’evento. La rievocazione storica supera la comune manifestazione in costume, ma assume i contorni spesso di vera e propria storia sperimentale, con la necessità di mobilitare nozioni ed esperienze per ricostruire abiti, armi, oggetti con perfezione filologica e conseguentemente estendere la nostra conoscenza delle tecniche usante nel passato. E’ una delle modalità culturali più interessanti e coinvolgenti per far conoscere, promuovere e valorizzare il grande patrimonio culturale, storico e artistico, delle tante città italiane.

A STORIAinFIERA il pubblico potrà incontrare gruppi storici che si dedicano alla ricostruzione di epoche che vanno dall’età del ferro alla metà del Novecento. Ogni padiglione ospiterà zone di attrazione a cominciare dall’arena di circa 300 mq dove si alterneranno duelli di scherma storica e tornei di gladiatura; al padiglione 2 un teatro ospiterà spettacoli di danza antica, teatro, giullarate e altro dal mondo della rievocazione storica;  al padiglione 3 uno spazio Korner accoglierà  talk show  con grandi nomi provenienti dal mondo televisivo e cinematografico; e poi ancora convegni nelle sale al primo piano e grandi spettacoli all’esterno della fiera nelle aree verdi di fronte all’ingresso.

Nella giornata di sabato 6 marzo si susseguiranno duelli storici portati in scena dai migliori gruppi di ricostruzione storica e si potrà assistere a combattimenti simulati che ricostruiranno l’arte della guerra dalla preistoria al secolo scorso. Domenica 7 marzo a far provare le stesse emozioni che la plebe dell’antica Roma provava durante gli spettacoli gladiatori ci penserà l’Istituto ArsDimicandi con i suoi valorosi atleti: nell’arena si terrà un vero e proprio torneo gladiatorio (identico in tutto e per tutto eccezion fatta per le conseguenze sulla salute dei gladiatori) e il pubblico comodamente seduto sugli spalti potrà proclamare la vita dell’atleta preferito.

Nei due giorni della manifestazione l’Area Korner accoglierà  talk show  con grandi nomi provenienti dal mondo televisivo e cinematografico, grandi autori di libri, associazioni con progetti culturali e didattici. Saranno presenti il Comune di Cetona con un filmato divulgativo sull’Età del Bronzo, l’Associazione Gotica toscana con il filmato  “Colonna della libertà”, il Gruppo Storico Romano sui “Natali di Roma”, e l’Associazione GGARG con un contributo sulla divulgazione storica a carattere scolastico. Durante tutte e due le giornate, nell’area dedicata al teatro, si esibiranno attori, ballerini, giullari, cantastorie, musici e acrobati che ogni anno animano le migliori piazze d’Italia. Sempre in quest’area si terranno le preselezioni per partecipare a “II Festival/Concorso Teatro di strada medievale e rinascimentale Giostra del Monaco”.

Nello spazio espositivo i visitatori potranno anche incontrare e conoscere i tanti borghi italiani, che potranno promuoversi e far conoscere la loro storia, i loro eventi rievocativi, i manufatti del loro artigianato locale. La conoscenza turistica e culturale dei borghi continuerà con uno spazio interamente dedicato alle Sagre e Tradizioni, dove i protagonisti delle principali sagre locali faranno assaggiare i migliori piatti della tradizione culinaria popolare e i prodotti tipici del territorio. un evento imperdibile per chiunque voglia programmare un momento di svago e divertimento all’insegna della cultura, della storia, della buona vita e del buon gusto: tutti i prodotti “made in Italy” che il mondo più ci invidia.

La prima edizione di STORIAinFIERA è realizzata con il patrocinio del Comune di Ferrara, dell’Ente Palio Città di Ferrara, del Touring Club Italiano, e in collaborazione con l’Associazione Rievocare (Associazione Nazionale per la Promozione e il Riconoscimento della Rievocazione Storica, dell’Artigianato e del Collezionismo Storico), e l’Associazione Paesi Bandiera arancione.

L’evento si terrà presso Ferrara Fiere Congressi, Via della Fiera, 11 – 44121 Ferrara (FE) (www.ferrarafiere.it). Tel. 0532-900713, Fax 0532-976997, e-mail info@ferrarafiere.it.

Per il programma dettagliato: www.storiainfiera.it, http://ferrarafierecongressi.wordpress.com.

Il prezzo del biglietto di ingresso intero è di € 9, il ridotto di € 7. Gli orari di apertura sono dalle ore 10.00 alle ore 20.00.

________________________________

Inserito su www.storiainrete.com il 4 marzo 2010

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.