Pio XII: «Vescovi tedeschi, è bene criticare Hitler»

19 settembre

«Le prediche del vescovo Clemens August von Galen procurano anche a noi, sulla via del dolore che percorriamo insieme con i cattolici tedeschi, conforto e soddisfazione». Con queste parole Pio XII commentò, il 30 settembre 194,1 l’attacco frontale sferrato da von Galen al regime nazista, e aggiunse: «I confratelli che intervengono con un tale coraggio troveranno sempre in noi appoggio». Questa vicenda è raccontata dal mensile «30Giorni», diretto da Giulio Andreotti, che pubblica per la prima volta integralmente in italiano tre lettere scritte da Pio XII in tedesco ai vescovi tedeschi in difesa di von Galen. Nelle missive, conservate negli archivi vaticani, Pio XII elogiò l’operato anti-hitleriano della Chiesa tedesca, pur invitando a una «doverosa cautela» per evitare nuove persecuzioni contro il clero cattolico.

Da «Avvenire» del 29 agosto 2004
www.avvenire.it

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Un commento


  1. Mi pare anche il caso di valorizzare la conversione del rabbino capo di Roma, che si fece battezzare col nome di Eugenio

    Enzo Paiar

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.