A Tolentino la rievocazione della prima battaglia del Risorgimento

4 maggio

Sabato 30 Aprile è iniziata ufficialmente l’edizione 2011 di Tolentino 815, Rievocazione Storica della Battaglia di Tolentino organizzata dall’Associazione Tolentino 815 in collaborazione con il Comune di Tolentino, con l’inaugurazione a Palazzo Parisani – Bezzi della mostra “1815 – 1915 Le Marche, i Marchigiani, il Risorgimento, l’Italia” a cura dell’Istituto Gramsci Marche con la presenza del Presidente del Consiglio Regionale Marche Vittoriano Solazzi e del Sindaco di Tolentino Luciano Ruffini (http://www.tolentino815.it/paginaita21086.aspx).

Sono esposti molti pannelli testi, immagini e documenti con cui vengono ricostruiti gli episodi di maggiore rilevanza riguardanti il Risorgimento marchigiano, con uno stretto collegamento agli avvenimenti nazionali ed europei. Una mostra che non tratta soltanto del Risorgimento ma che abbraccia cento anni, dal 1815 al 1915. Accenna brevemente alla Rivoluzione Francese come elemento propulsore per avviarsi con la Battaglia di Tolentino del 2-3 maggio 1815, definita la prima battaglia per l’unità politica dell’Italia; per terminare con il 1915, all’alba del primo conflitto mondiale, attraverso la lettura di avvenimenti che hanno preceduto quel conflitto come il processo di industrializzazione, lo svilupparsi dei movimenti repubblicani, anarchici, socialisti e la partecipazione dei cattolici alla vita politica e sociale.

Alcuni pannelli esposti a Tolentino contengono materiale inedito e legato alla storia locale.

Dopo gli anni intermedi, la rievocazione storica delle fasi salienti della battaglia combattuta il 2 e 3 maggio 1815 tra l’esercito di Giacchino Murat, Re di Napoli e quello austriaco del Barone Federico Bianchi, torna in grande stile.

Domenica 1 Maggio al Castello della Rancia si è inaugurata l’esposizione del Diorama della Battaglia di Tolentino, a cura dell’Associazione Storico Modellistica di Civitanova Marche ed alle ore 15.30 si è svolta la visita guidata ai luoghi della Battaglia (ritrovo al Castello della Rancia, poi monumento Rotondo, Ossario Salcito, ex chiesetta Cisterna, Torrione San Catervo), con una consistente presenza di interessati, accompagnati dal presidente dell’Associazione Tolentino 815 Paolo Scisciani.

Fino al 8 maggio sono previste varie iniziative quali incontri, mostre, conferenze, presentazioni di libri e soprattutto torna la Rievocazione storica della battaglia con la presenza di rievocatori provenienti da tutta Europa che, per due giorni, ricostruiranno in maniera fedele, accampamenti, movimenti di truppe e cavalleria, vita militare e fasi degli scontri. Grande attesa anche per le nuove movimentazioni del gruppo storico tolentinate “2° Reggimento Cavalleggeri”. Una iniziativa sempre più apprezzata a livello europeo e che richiama il pubblico delle grandi occasioni (http://www.tolentino815.it/paginaita2945.aspx).

Nell’anno che celebra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, Tolentino si riconferma crocevia della Storia Nazionale: inizio e fine dell’epoca franco-italica, tra il declino del potere temporale pontificio (Trattato di Tolentino, firmato il 19 febbraio 1797 tra Napoleone Bonaparte ed i rappresentanti dei Papa Pio VI) e le origine del Risorgimento (Battaglia di Tolentino).

_______________________________________________

Inserito su www.storiainrete.com il 4 maggio 2011

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.