Robespierre, Stato francese salva manoscritto inedito da asta

15 maggio

notizie-dal-mondo-della-storia1.png (90×90)

Lo Stato francese ha acquistato un autografo di Maximilien Robespierre, il leader giacobino della Rivoluzione francese e poi alla guida del Terrore, intitolato “Finances”. E’ stato il Ministero della Cultura ad annunciare l’acquisizione affidando il documento agli Archives de France. Si tratta di un testo inedito scritto nei giorni rivoluzionari della Costituente, intorno al 1791.

.

da  dell’11 maggio 2011

.

Nel testo Robespierre si occupa delle finanze pubbliche del paese e dei mezzi per correggerle mediante la vendita dei beni della Chiesa. Nel testo viene ripreso anche il discorso di Necker all’apertura degli Stati Generali. Robespierre denunciava inoltre le politiche finanziarie fino allora adottate, che secondo lui conducevano alla rovina del paese e accrescevano le diseguaglianze.

Il manoscritto rappresenta “un pezzo essenziale per la comprensione di quel complesso periodo della storia di Francia”, si legge in un comunicato del Ministero, che non ha rivelato il prezzo dell’acquisto. La sua acquisizione arriva pochi giorni prima che il documento inedito vada all’asta mercoledi’ 18 maggio da Sotheby’s a Parigi, insieme ad altri testi di lavoro di Robespierre, scritti dal leader dei giacobini al culmine del Terrore e rimasti sconosciuti fino ad ora. I lotti sono valutati tra 200.000 e 300.000 euro.

______________________

Inserito su www.storiainrete.com il 15 maggio 2011

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.