Giordano Bruno

15 maggio

Immagine anteprima YouTube
Solo contro tutto e tutti, per anni Giordano Bruno ha sfidato, errando per l’Europa, istituzioni accademiche e ambienti culturali ma soprattutto il mondo cattolico, luterano e calvinista. Alla fine l’avventura di questo monaco dalla personalità complessa e dalla cultura sterminata (che spaziava dalla magia all’astronomia, dalla metafisica alla teologia) si chiude a Roma, in Campo dei Fiori, nel febbraio 1600 al termine del processo più lungo mai istruito dall’Inquisizione: quasi otto anni. Anni in cui Bruno, con un’accorta tattica, riesce ad evitare di abiurare alla propria filosofia apertamente anti cristiana. Ma è l’arrivo sulla scena del non ancora Cardinale Roberto Bellarmino a ribaltare la situazione e a portare finalmente Bruno a scegliere tra il patibolo e l’abiura delle proprie teorie. La scelta è la più drammatica e gravida di conseguenze. Infatti, il rogo sul quale Bruno perde la vita è anche la scintilla che darà vita alla sua leggenda, una leggenda alimentata, in età risorgimentale, dall’erezione della famosa statua in Campo dei Fiori, voluta dalle forze laiche e massoniche in polemica con la Chiesa che aveva ostacolato la recente unificazione italiana.

_________________________________

Alone against everything and everyone, for years Bruno challenged, astray for Europe, academic and cultural environments but especially the Catholic, Lutheran and Calvinist world. Eventually the adventure of this monk of complex personalities and vast culture (which ranged from magic to astronomy, from metaphysics to theology) ends in Rome, in Campo de’ Fiori (1600) at the end of the longest trial ever instructed by the Inquisition: almost eight years. Years in which Bruno, with clever tactics, manages to avoid to abjure his openly anti-Christian philosophy. The arrival of the (not yet) Cardinal Bellarmino finally bring Bruno to choose between the gallows and the abjuration of his theories. In fact, the burning on which Bruno loses life is also the spark that will give life to his legend, a legend powered, during the Risorgimento, by the erection of the statue in Rome, commissioned by the laicy and Masonic Lodges in controversy with the Church that had obstructed the Italian unification.

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.