Archeologia: soldato riaffiora dal campo di battaglia di Waterloo

17 giugno

notizie-dal-mondo-della-storia1.png (90×90)Una moneta da mezzo franco coniata nel 1811, un pezzo di legno con incise le lettere C.B., una palla di moschetto rimasta tra le costole e uno scheletro, sono questi i rari ritrovamenti fatti dall’archeologo belga Dominique Bosquet a Waterloo. Lo schelettro apparterrebbe a un soldato inglese, ucciso durante la battaglia del 1815 con un colpo nel petto come testimonia la palla ritrovata tra le costole, e sarebbe uno dei più straordinari ritrovamenti legati all’ultima battaglia di Napoleone Bonaparte.

Guarda la galleria fotografica di Repubblica 

________________

Inserisci su www.storiainrete.com il 17 giugno 2012

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.