Storia in Rete numero 85-86, novembre-dicembre 2012

13 novembre

Storia in Rete di novembre-dicembre apre le sue pagine al dibattito sul forte di Fenestrelle e i prigionieri borbonici portati in Piemonte dopo la conquista del Regno delle Due Sicilie: per i neoborbonici fu uno sterminio mentre studi più recenti riducono notevolmente le dimensioni del fenomeno. Storia in Rete ne parla con Alessandro Barbero, Gigi Di Fiore e Alessandro Romano, anticipa per i suoi lettori le pagine del saggio di Bossuto e Costanzo “Le Catene dei Savoia” che hanno scatenato la polemica.

Poi Storia in Rete si concentra sul grande anniversario che tutta l’Europa sta celebrando: i 1700 anni dalla battaglia di Saxa Rubra, quando Costantino sconfisse Massenzio e l’Impero Romano iniziò il suo cammino nel segno del Cristianesimo.  Dal ritratto dell’Imperatore al romanzo storico per finire con la rievocazione, Storia in Rete riporta i suoi lettori nel IV secolo d.C.

E ancora: Esercito italiano e Massoneria; il prossimo centenario dell’inizio della Grande Guerra in Italia, l’esilio di Maria de’ Medici, regina di Francia e l’oscura pagina della tratta delle bianche da parte dello Zwi Migdal.

Infine, ma non per importanza, i nuovi sviluppi della ricerca d’archivio sull’intricata e sanguinosa vicenda del cosiddetto “Oro di Dongo”, il tesoro della RSI sottratto dai partigiani comunisti dopo il 28 aprile 1945 e portatore di una tragica scia di sangue e omertà.

Tutto questo e molto altro su Storia in Rete di novembre-dicembre!!

VUOI ACQUISTARE IL NUMERO 85-86 DI STORIA IN RETE IN PDF? CLICCA QUI!


TI SEI PERSO QUALCHE COSA? VEDI NELL’ARCHIVIO DEI NUMERI ARRETRATI

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.