Storia in Rete numero 87-88, gennaio-febbraio 2013

21 gennaio

Storia in Rete inaugura il 2013 con un’ampio dossier su uno dei buchi neri della storia italiana del XX secolo: perché l’Italia entra in guerra nel 1940? E soprattutto perché lo fa con le strane modalità che conosciamo? La vulgata non tiene più il passo con la ricerca d’archivio e le carte raccontano una storia ben differente dalla leggenda della “pugnalata alla schiena”. Storia in Rete ne parla con lo storico Emilio Gin che nel suo ultimo saggio ha evidenziato tutti gli elementi nuovi (e riletto quelli vecchi) di quel 1940, suggerendo ipotesi nuove e sorprendenti.

Il numero ora in edicola di Storia in Rete dà anche spazio a un inquietante parallelo storico: chi ricorda le riforme del cancelliere Heinrich Brüning? Eppure quel 1930-1932 nella Germania di Weimar appare fin troppo simile all’Italia dei “tecnici” di Mario Monti. Dall’aumento della pressione fiscale alla litania del “ridurre il costo del lavoro”, dall’articolo di fede del “dobbiamo pagare il debito” alla demolizione dello Stato sociale, l’Italia di oggi sembra il deja vu della Germania di Weimar che aprì le porte ad Hitler.

E ancora: la Marcia su Roma e le responsabilità dei contemporanei nel nuovo libro di Aldo Mola; i terremoti in Val Padana durante il Medioevo; il tentativo di restaurazione paternalistica del papa-re Leone XII negli anni ’20 del 1800; la chimica della bellezza e i suoi salatissimi costi, con i velenosi cosmetici del Medioevo e Rinascimento; le nuove teorie sulla fine della famiglia Romanov nel 1917 e l’allucinante vicenda della spedizione Dyatlov, misteriosamente massacrata durante un’escursione alpinistica negli Urali del 1959.

Tutto questo e molto altro su Storia in Rete di gennaio-febbraio!!

Guarda la copertina di Storia in Rete di gennaio-febbraio

Leggi il sommario di Storia in Rete di gennaio-febbraio

Come Mario Monti ha rovinato l’Italia: un inquietante parallelo con la Repubblica di Weimar

Intervista con Emilio Gin: come la storiografia scientifica sta riscrivendo la storia del 1940

Primavera 1940: e se l’Italia avesse dichiarato guerra per salvare la pace?

Quelle decisioni revocabili: nel 1940 nessuno era disposto a “marciare fino alla fine”

Il dilemma di Mussolini: campi di grano o campi minati?

Ma il 28 ottobre 1922 l’Italia era già destinata al Regime?

La Marcia su Roma e l’eterna ricerca della “colpa” di quel 28 ottobre

1117: il terremoto che devastò Verona. E spianò la strada al Romanico in Italia

Il prezzo della bellezza: cosmetici e veleni dal Medioevo al Rinascimento

Leone XII e la restaurazione benevolente

Romanov: e se le figlie e la moglie dello Zar si fossero salvate?

1959: l’orrore della Spedizione Dyatlov

VUOI ACQUISTARE IL NUMERO 87-88 DI STORIA IN RETE IN PDF? CLICCA QUI!

TI SEI PERSO QUALCHE COSA? VEDI NELL’ARCHIVIO DEI NUMERI ARRETRATI

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.