Storia In Rete n° 7, maggio 2006

7 settembre

Con un’inchiesta esclusiva, il numero 7 di Storia in Rete rivoluziona tutte le “verità” sulla morte di Benito Mussolini e Claretta Petacci. La scienza forense è lo strumento con cui le vecchie versioni vengono spazzate via. Aprendo nuovi, inquietanti interrogativi: perché il Duce e Claretta furono fucilati due volte? Claretta fu picchiata? A che scopo inventare diverse versioni, perfino in contrasto l’una con l’altra? “Di sicuro si sa solo che è morto”.

Un numero ricchissimo di articoli suggestivi: dai risultati del Referendum Istituzionale del 1946 al ritratto di Erodiade, la perfida madre di Salomè, dall’apocrifo del cosiddetto “Vangelo di Giuda fino alla storia del colore blu nel costume e nella società europea, dalla morte di Aldo Moro a quella di Goffredo Coppola. Tutto questo e molto altro su Storia in Rete n. 7!!

Guarda la copertina di Storia in Rete n. 7

Leggi il sommario di Storia in Rete n. 7

  • Mussolini: una morte da riscrivere – leggi
  • Referendum del 1946: i primi brogli della Repubblica? – leggi
  • Referendum del 1946: la prima volta dell’Italia spaccata a metà – leggi
  • Erodiade e le donne nelle corti dei regni di Giudea – leggi
  • Medioevo in blu: evoluzioni cromatiche nella storia medievale – leggi
  • Il Codice Moro – leggi
Mussolini. Una morte da riscrivere

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Un commento


  1. La vostra é una bellissima rivista. Volevo acquistare “Mussolini, una morte da riscrivere” con pagamento Paypal, immagino sia un DVD ma non lo specificate bene, ma mi quotate 20.- Euro per la spedizione: é un’enormità. IMpossibile acquistare a tele costo. Peccato.
    Cordialmente.

    Ettore Lucini

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.