Una spia chiamata Claretta

31 ottobre

Immagine anteprima YouTube

Claretta Petacci è passata alla storia come la donna che affrontò la morte pur di stare vicino all’uomo che amava, Benito Mussolini. Una figura con una sua nobiltà quindi, in un periodo drammatico e oscuro della storia d’Italia. Eppure l’oscurità di quei mesi intaccò anche Claretta il cui operato è ricco di ambiguità, cosa che non era sfuggita né ai servizi di sicurezza della Repubblica di Salò né allo stesso Mussolini che, addirittura, nell’ottobre 1944 ordinò che la casa della Petacci sul Garda venisse perquisita alla ricerca di sue lettere e documenti riservati. Che vennero trovati, mettendo in chiaro che Claretta passava informazioni ai tedeschi. Ma in un periodo dove i doppi giochi erano all’ordine del giorno si fece largo la tesi che, anche in virtù degli strani affari del fratello Marcello, da Claretta partissero informazioni raccolte poi da agenti inglesi e americani. Era quanto sosteneva la moglie di Mussolini, Donna Rachele, che affrontò la Petacci in un drammatico faccia a faccia pochi mesi prima della fine della RSI. Ma niente fermò Claretta che continuò a giocare – non del tutto consapevole – il suo ruolo di pedina-informatrice a fianco di Mussolini fino al drammatico epilogo di Giulino di Mezzegra.

Durata: 52’ circa

Claretta Petacci has gone down in history as the woman who faced death in order to stay close to the man she loved, Benito Mussolini. A character with a certain dignity then in an obscure and dramatic period in the history of Italy. But even Claretta’s reputation was impaired during these dark times. Her actions, which were considered full of ambiguities, didn’t escape the attention of the security services of the Republic of Salò or even Mussolini himself who, in October 1944, ordered that Claretta’s home on the Garda Lake should be searched for her private letters and documents. It emerged from these papers that Claretta had been passing on information to the Germans. But in a period where double crossing was a frequent occurrence it was thought that as her brother Marcello had had some strange dealings Claretta may also have gathered information from English and American agents. At least this is what Mussolini’s wife, Donna Rachele, claimed. She confronted Petacci in a dramatic face to face a few months before the fall of the Social Republic of Italy. But nothing could stop Claretta from playing the part of an “informing pawn”- whether she was aware of it or not- at Mussolini’s side until the dramatic end when they were both shot in Giulino di Mezzegra.

About 52′

Claretta Petacci est devenue célèbre comme la femme qui affronta la mort pour pouvoir rester près de l’homme qu’elle aimait, Benito Mussolini. Donc elle est un personnage avec sa propre noblesse, dans un moment dramatique et obscur de l’histoire d’Italie. Et pourtant cette période obscure assaillit également Claretta dont la facon d’agir est pleine d’ambiguïté, chose qui n’avait pas échappé aux Services de sécurité de la République de Salò ni à Mussolini lui-même qui en octobre 1944 ordonna carrément que la maison de la Petacci sur le lac de Garde soit fouillée, à la recherche de ses lettres et documents confidentiels. Qui viennent découverts, ces documents révèlent donc clairement que Claretta passait les informations aux Allemands. Mais à une époque où jouer le double jeu était à l’ordre du jour, on avanca la théorie, vue les étranges histoires de son frère Marcello, que, de Claretta partirent des informations recueillies par des agents anglais et américains. C’était ce qu’affirmait la femme de Mussolini, Donna Rachele, qui affronta la Petacci dans un dramatique face à face peu de mois avant la fin de RSI. Mais rien n’arrêta Claretta qui continua à jouer – pas vraiment consciente – son rôle de pion informateur à côté de Mussolini jusqu’au dramatique épilogue de Giulino di Mezzegra.

Durée: 67’ environ

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

2 commenti


  1. Anche la storia dei Diari di Claretta Petacci è molto interesante.

    http://archiviostorico.corriere.it/2003/marzo/04/ultimo_mistero_della_Petacci_sparito_co_0_030304090.shtml
    http://maurosuttora.blogspot.com/2008/12/parla-il-nipote-di-claretta-petacci.html
    http://maurosuttora.blogspot.com/2008/12/e-sparito-il-diario-di-claretta.html
    http://www.girodivite.it/Ancora-misteri-sull-Italia-della.html

    Sofia

  2. Ci ho scritto un romanzo su questo avvenimento, stampato da Mursia, il titolo è BEN, ma a voi di Storia in Rete non siete…meglio non disturbare i vostro orticelli.
    Omaggi.
    Angelo Paratico

    Angelo Paratico

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.