Angoscia nucleare. I rifugi antiatomici della Svizzera

1 marzo

Una galleria fotografica racconta come la neutrale Svizzera si sia preparata durante la guerra fredda a sopravvivere a uno scambio nucleare fra le due superpotenze. Un viaggio inquietante nell’incubo atomico, che oggi torna di attualità quando si susseguono le voci secondo le quali Berna avrebbe ripristinato l’obbligo a tenere razioni d’emergenza in casa per ogni cittadino elvetico… (SiR)

Da Swissinfo del 03.07.2009 SWI swissinfo.ch

Dagli anni ’60 in Svizzera è obbligatorio costruire dei rifugi antiatomici negli edifici abitativi nuovi. Oggi, in caso di necessità, nei rifugi vi è posto a sufficienza per dar protezione a tutta la popolazione. Un caso unico al mondo.

 

Invia ad un amico Invia ad un amico     Stampa questo post Stampa questo post

Un commento


  1. […] http://www.storiainrete.com/9978/xx-secolo/angoscia-nucleare-i-rifugi-antiatomici-della-svizzera/ […]

    La seconda guerra fredda è cominciata . è questo il nostro futuro ?

Lascia un commento

*

* Attenzione: i commenti sono moderati. Storia In Rete si riserva la possibilità di non pubblicare commenti offensivi, lesivi dell'altrui reputazione, o comunque contro le leggi in vigore. In ogni caso, i commenti pubblicato non riflettono necessariamente la linea editoriale di Storia In Rete, che si impegna a stimolare e diffondere un dialogo il più possibile rispettoso di tutte le posizioni.