Home Ultime notizie Roma: gli anarchici celebrano Gaetano Bresci... toponomasticamente

Roma: gli anarchici celebrano Gaetano Bresci… toponomasticamente

notizie-dal-mondo-della-storia1.png (90×90)Un gruppo anarchico romano ha “ribattezzato” il 29 luglio 2010 il ponte romano dedicato a re Umberto I di Savoia col nome del suo omicida, l’anarchico Gaetano Bresci. L’iniziativa provocatoria – per il 110° anniversario del regicidio di Monza in cui il sovrano fu ucciso dall’anarchico pratese – è stata realizzata coprendo le targhe toponomastiche con un fac-simile che recita “Ponte Gaetano Bresci – anarchico vendicatore” e srotolando dal ponte ribattezzato uno striscione con su scritto “Contro ogni potere”.
L’atto di Gaetano Bresci è stato ricordato a distanza di 110 anni – recita il comunicato del gruppo anarchico autore del gesto – “per denunciare le condizioni di vita dei precari, dei disoccupati, dei sottoccupati, dei detenuti, dei migranti, dei senza casa e di tutti gli sfruttati e gli oppressi della terra. Gaetano Bresci incarna il bisogno di libertà presente in ogni individuo, allora come oggi. Umberto I rappresenta in maniera violenta e becera il potere detenuto dai governi di tutto il mondo”.

__________________

Inserito su www.storiainrete.com il 29 luglio 2010

- Advertisment -

Articoli popolari

Ufo, la Cia svela migliaia di dossier governativi

di Roberto Vivaldelli - da Il Giornale del 15/01/2021 Migliaia di documenti declassificati della Cia sui cosiddetti Ufo - oggetti...

Fake news prima dell’era social: la stampa e la Guerra del Golfo del ’91

Il 17 gennaio 1991 scattava l'operazione militare "Tempesta nel Deserto" la più grande operazione militare Usa dalla Seconda guerra mondiale. Proprio il 17 gennaio...

Ecco l”ultimo “crimine” del generale Patton

da Barbadillo.it - del 18 marzo 2015 Vorrei denunciare un recente crimine di guerra, ancora una volta a...

Mosca: chiuso il ristorante-kebab dedicato a Stalin

Giuseppe D'Amato per "Il Messaggero" del 14 gennaio 2021 Hanno chiuso il fast food Stal'in, i nostalgici del vecchio regime...