Home Ultime notizie Benedetto XVI: “i resti nella tomba di Paolo sono veri”

Benedetto XVI: “i resti nella tomba di Paolo sono veri”

Annunciati direttamente dal Pontefice, il 29 giugno scorso sono stati divulgati i risultati della prima ricognizione nella tomba di San Paolo, sotto l’omonima basilica romana. Le analisi e i reperti trovati (frammenti d’ossa, grani d’incenso, un lino laminato d’oro) hanno confermato – ha proclamato Benedetto XVI – la tradizione religiosa di quasi 20 secoli. Tradizione secondo la quale, proprio in quel sarcofago, vengono venerati i resti dell’apostolo delle genti. “Nel sarcofago che non è mai stato aperto in tanti secoli – ha raccontato il Pontefice – è stata praticata una piccolissima perforazione per introdurre una speciale sonda. Inoltre – ha proseguito – piccolissimi frammenti ossei, sottoposti all’esame del carbonio 14 da parte di esperti ignari della loro provenienza, sono risultati appartenere a persona vissuta tra il primo e il secondo secolo”. “Ciò – ha concluso – sembra confermare l’unanime e incontrastata tradizione che si tratti dei resti mortali dell’apostolo Paolo”. Gli Atti degli Apostoli narrano che Paolo fu catturato, su accusa dei giudei a Gerusalemme, a metà del I secolo. In quanto cittadino romano, chiese di essere giudicato a Roma, dove arrivò nel 60-62. San Paolo fu probabilmente liberato e poi arrestato nuovamente: il suo martirio avvenne per decapitazione, come si usava con i cittadini romani, verso il 66-67 sulla via Laurentina, in un posto chiamato allora “le tre taverne” e divenuto oggi “le tre fontane”. Fu sepolto sulla via Ostiense, verosimilmente dove sorge la Basilica di San Paolo Fuori le Mura.

- Advertisment -

Articoli popolari

Mosca: chiuso il ristorante-kebab dedicato a Stalin

Giuseppe D'Amato per "Il Messaggero" del 14 gennaio 2021 Hanno chiuso il fast food Stal'in, i nostalgici del vecchio regime...

A proposito di Ezra Pound e della sua prigionia (che non fu a Coltano)

Ciclicamente, col passare delle stagioni e con la scomparsa dei sedicenti testimoni oculari, riaffiora, su carta stampata o sul web, la...

E’ sempre stato il Partito socialista il grande problema del PCI

Ho una grande stima di Luciano Canfora come studioso di filologia classica e di storia antica, ma molte volte il Nostro...

Quella guerra civile italiana che fu chiamata brigantaggio

di Matteo Sacchi - da Il Giornale del 06/01/2021 Migliaia di uomini dispiegati sul territorio, scontri feroci, villaggi distrutti, una...