Home XX secolo Documentari in Tv. Su RaiTre “D-Day. I giorni decisivi”

Documentari in Tv. Su RaiTre “D-Day. I giorni decisivi”

D DaySettant’anni dalla fine della seconda guerra mondiale: un evento che ha segnato profondamente il Novecento e che Rai3 ricorda con “D-Day. I giorni decisivi”, il nuovo programma condotto in studio da Tommaso Cerno, giovane direttore del “Messaggero Veneto” e firma de l’Espresso, in onda da venerdì 27 marzo alle 21.05. Quattro puntate – interamente prodotte con risorse interne Rai, in sinergia tra la struttura Cultura e Storia di Rai3 e il Centro di Produzione Tv Rai di Milano – per rileggere momenti, snodi, aspetti poco noti della secondo conflitto mondiale. A partire – il 27 marzo – dagli ultimi giorni di vita di Hitler e Mussolini e analizzare, poi, altri “giorni decisivi”: dall’estate del 1943 agli italiani in guerra, fino alle armi “segrete”.

da ilVelino/AGV NEWS del 24 marzo 2015

Un racconto arricchito – puntata dopo puntata – dalla presenza di storici e studiosi di assoluto valore, con preziosi testimoni dei fatti e con commentatori all’apparenza “eccentrici” ma capaci di proporre nuovi spunti di riflessione. Ospite fisso, invece, Paolo Mieli che aiuterà a capire e a sciogliere i nodi più ingarbugliati della Storia. E non mancherà – in questo lavoro di scavo e di riscoperta – anche un “Inviato nella storia”, Fabio Toncelli, che andrà fisicamente in luoghi fortemente simbolici di quanto raccontato in studio, luoghi che però la Storia stessa nel suo impietoso trascorrere a volte ha cancellato, come nel caso del bunker di Hitler sotto la Cancelleria. “’D-Day. I giorni decisivi’ perché siamo convinti – dicono gli autori – che ci sono dei momenti di svolta, giorni in cui la Storia prende una direzione diversa, inaspettata anche agli stessi protagonisti dei fatti. Questi sono i momenti che vogliamo scandagliare il più possibile e raccontare il meglio possibile. Ieri ma anche oggi: ‘D-Day. I giorni decisivi’ avrà anche la pretesa di ragionare su come, quanto e perché molti di quegli avvenimenti avvenuti settanta anni prima possono essere letti e interpretati utilmente per capire un po’ di più di noi e del nostro tempo”.

Primo appuntamento venerdì 27 marzo con ‘Hitler e Mussolini. Appuntamento con la morte’, un dettagliato countdown degli ultimi giorni di vita del Führer del nazismo e del Duce del fascismo. Obiettivo, poi, su uno dei momenti cardine della storia della Seconda Guerra mondiale ovvero ‘Quell’estate del ’43’, i mesi cruciali che vanno dalla riunione del Gran Consiglio alla liberazione di Mussolini dal Gran Sasso. La terza puntata sarà, invece, dedicata al racconto dell’Italia in guerra – con tutto il suo carico di faciloneria e arroganza – ma anche degli atti di eroismo, del mito a volte vero a volte consolatorio di ‘italiani, brava gente’ e, infine, delle sofferenza subite dai civili quando l’Italia diventa essa stessa un campo di battaglia. Nell’ultima puntata si parlerà delle armi segrete vere o presunte, quelle che sono state in grado realmente di incidere sull’andamento della guerra e quelle propagandate solo a uso e consumo del fronte interno.

- Advertisment -

Articoli popolari

La bufala delle accise sulla benzina per la guerra d’Etiopia

La vecchia storia secondo cui in Italia si paghi ancora oggi l’accisa sulla benzina per finanziare la guerra d’Etiopia del 1935-36...

Colonialismo “green”. Nella Somalia italiana del 1929 il primo veicolo ibrido. Risparmi del 90%

Il postulato del programma dell’autarchia fascista per ridurre al minimo le importazioni valeva naturalmente anche per le Colonie. Le ricerche perciò...

Usa: verità sul razzismo, ma l’antirazzismo è ideologico

In un discorso tenuto a Tulsa, Oklahoma, il presidente Joe Biden ha ricordato il massacro dei neri avvenuto 100 anni fa. Ha promesso...

Contro i paragoni storici e a proposito delle debolezze della Repubblica

Da tempo sogno una legge impossibile: sarebbe una norma semplice, di un solo articolo e di facile applicazione perché il reato...