Home Blog La bufala delle accise sulla benzina per la guerra d’Etiopia

Italia coloniale

La bufala delle accise sulla benzina per la guerra d’Etiopia

La vecchia storia secondo cui in Italia si paghi ancora oggi l’accisa sulla benzina per finanziare la guerra d’Etiopia del 1935-36 è un grosso falso. Una bufala!
È però vero che molte delle accise “straordinarie” sui carburanti, introdotti fin dai primi del ’900, sono state rese a tutti gli effetti “ordinarie” e rimaste in vigore per molti anni.
Ma questi vecchi giustificativi sono stati tutti cancellati nel 1995, con un decreto dell’allora governo Dini che riunificò tutti gli aumenti storici delle accise eliminando le singole voci.
Tra le accise straordinarie la più antica era proprio quella per la guerra d’Etiopia che portò nell’Agosto 1935 ad un aumento di 1,9 lire al litro, pari a quasi il doppio del prezzo precedente.
Ma se andiamo a vedere le accise riguardanti proprio il finanziamento della guerra in Etiopia scopriamo che esse vennero eliminate appena 4 mesi dopo la storica entrata del Maresciallo Badoglio in Addis Abeba avvenuta il 5 Maggio 1936.
Più precisamente il 12 settembre 1936 “con R.D.L. che viene oggi pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale del Regno, la tassa di vendita sulla benzina che in data 21 luglio u.s. era stata già ridotta da lire 361 a lire 240 per quintale, viene ricondotta alla misura normale di lire 161 vigente prima del 30 agosto 1935”, come riportato su La Stampa di quel giorno a pagina 2 in un articolo dal titolo “La benzina da oggi a Lire 2,24 al litro”. CLICCA QUI per veder l’articolo.
Quindi non solo le accise non esistono più dal punto di vista legislativo da oltre vent’anni, ma nello specifico l’imposta per finanziare le spese belliche della guerra d’Etiopia è stata cancellata da oltre ottant’anni.

Queste le 7 accise più antiche in vigore fino al 1995 (vedete che manca quella per l’Etiopia):

● 1956 – accisa di 0,00723 euro al litro: finanziamento della crisi di Suez
● 1963 – accisa di 0,00516 euro al litro: ricostruzione dopo il disastro del Vajont
● 1966 – accisa di 0,00516 euro al litro: ricostruzione dopo l’alluvione di Firenze
● 1968 – accisa di 0,00516 euro al litro: ricostruzione dopo il terremoto del Belice
● 1976 – accisa di 0,0511 euro al litro: ricostruzione dopo il terremoto del Friuli
● 1980 – accisa di 0,0387 euro al litro: ricostruzione dopo il terremoto dell’Irpinia
● 1983 – accisa di 0,106 euro al litro: finanziamento della guerra del Libano



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

DALLO STESSO AUTORE

DNA di una donna vissuta 7mila anni fa sbalordisce gli scienziati

Lo studio del materiale genetico ricavato dallo scheletro rinvenuto dagli archeologi indonesiani nella grotta di Leang Panninge nel Sulawesi meridionale, e appartenuto...

Nella Libia coloniale il medico scolastico per la prevenzione delle epidemie

Dal 1922 con l’avvento del governo fascista la politica coloniale si fece più incisiva per affermare e tutelare la sovranità dello...

Francia: ristampato Mein Kampf a 100 € (e il libro va a ruba)

La casa editrice Fayard ha pubblicato una versione critica del manifesto del nazismo che ha venduto 10mila copie in poco tempo. Il...