Home Stampa italiana 2 Se il ministero dei Beni culturali butta €140.000.000...

Se il ministero dei Beni culturali butta €140.000.000…

Il mondo della cultura si lamenta per la mancanza di fondi. Eppure li ha sempre avuti. Il problema è che non li ha mai utilizzati. Il ministero dei Beni culturali ha lasciato in un angolo milioni e milioni di euro senza investire e ora si ritrova, stavolta per davvero, senza soldi. Perché? Perché tra le pieghe della legge di stabilità 2012 è scritto che il Mibac dovrà restituire al Mef, il ministero dell’Economica e delle Finanze, 60 milioni entro questo maggio e 80 milioni entro il maggio 2013. Risorse accreditate al Mibac e mai impegnate. L’articolo 4 della legge di stabilità, comma 84, dice: “Concorrono al raggiungimento degli obiettivi di riduzione della spesa del Ministero per i beni e le attività culturali le disposizioni di cui al comma 85”.
.
da del 7 maggio 2012
.
Il comma 85 dice: “Le somme giacenti, alla data di entrata in vigore della presente legge, nelle contabilità speciali, aperte ai sensi dell’articolo 3, comma 8, del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, e successive modificazioni, per la gestione dei fondi assegnati in applicazione dei piani di spesa approvati ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 149, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1993, n. 237, intestate ai capi degli Istituti del Ministero per i beni e le attività culturali, accreditate fino al 31 dicembre 2006, sono versate in conto entrata del bilancio dello Stato, rispettivamente, per un importo pari a 60,4 milioni di euro entro il 30 giugno 2012 e per un importo pari a 10 milioni di euro entro il 30 giugno 2013, previa individuazione con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, su proposta del Segretario generale che provvede alla necessaria attività istruttoria e di verifica”.
_____________
Inserito su www.storiainrete.com l’8 maggio 2012

- Advertisment -

Articoli popolari

La vera patria degli 007? La Venezia rinascimentale

Un saggio di Ioanna Iordanou racconta la "Serenissima" nascita dei servizi segreti di Matteo Sacchi da Il Giornale del...

La romanizzazione delle colonie in epoca fascista

Il destino di Roma? Civilizzare e pacificare le nazioni. Ma perché in epoca fascista si usava spesso il vocabolo “romanamente”? Semplicemente perché...

Cofrancesco: sulla Storia del ‘900 è gara a chi la spara più grossa…

di Dino Cofrancesco dal Huffington Post del 30 gennaio 2021 Il dovere della memoria nel nostro paese ―...

Cancel culture a San Francisco: il nome di Lincoln resta per evitare una causa

Il direttivo del distretto scolastico di San Francisco il 5 aprile scorso ha votato all'unanimità per annullare la decisione presa a...