Home Archivio arretrati Storia in Rete 112-113, febbraio marzo

Storia in Rete 112-113, febbraio marzo

GUARDA L’ANTEPRIMA SFOGLIABILE DI STORIA IN RETE n. 112-113 (formato flash)

Storia in Rete di febbraio-marzo fa un tuffo fra Medioevo e i nostri giorni con la vicenda degli Antipapi: protagonisti di un nuovo saggio di successo di Elena Percivaldi, che ci racconta come la Chiesa di Roma minacciò più volte di spaccarsi sotto più successori di Pietro.

Dal passato al presente, per parlare con Roberto Olla, già responsabile del TGStoria (purtroppo chiuso dalla RAI), di storia in TV, documentari e decadenza culturale dell’Italia: un paese che possiede il 70% del patrimonio storico-artistico mondiale e non riesce a produrre i propri documentari, ma ne importa dall’estero…

Storia in Rete apre quindi un lungo capitolo sul Novecento: si conclude con questo numero la lunga inchiesta di Gian Paolo Pelizzaro sui veri moventi dell’attentato di Via Rasella (una inchiesta che verrà riproposta in edizione integrale in un prossimo dossier assieme ad altro materiale inedito e a tutto ciò che Storia in Rete ha finora pubblicato su quella pagina controversa della Guerra Civile); si passa alle contraddizioni di Calamandrei, il giurista cantore della Resistenza che durante il Ventennio fu uno dei principali autori delle riforme giudiziarie del Regime. Quindi l’omicidio di Giovanni Gentile, ricostruito in un recente e pluripremiato saggio: Storia in Rete ne parla con l’autore, Luciano Mecacci.

Con un piccolo passo indietro nel tempo, poi, Storia in Rete racconta di maghi ed esoteristi alla corte degli Zar, con Papus e Maitre Philippe a San Pietroburgo. Poi, nel Centesimo della Grande Guerra, raccontiamo un altro Eroe: il generale Gonzaga del Vodice, uno dei soldati più decorati della storia italiana. Quindi, la guerra condotta da Mussolini contro la Massoneria culminata con la legge del 1925 contro le società segrete e il mistero della sorte degli archivi di Mussolini, enormi raccolte di documenti, dossier ma anche libri (con tutti i loro appunti…) ed epistolari in gran parte sequestrato, saccheggiato e scomparso con la fine della guerra

Tutto questo e molto altro su Storia in Rete di febbraio-marzo!!

 

VUOI ACQUISTARE IL NUMERO 112-113 DI STORIA IN RETE IN PDF? CLICCA QUI!

TI SEI PERSO QUALCHE COSA? VEDI NELL’ARCHIVIO DEI NUMERI ARRETRATI

- Advertisment -

Articoli popolari

Dittatura digitale: ecco come ci stiamo consegnando al mondo delle macchine (e a chi le controlla)

“I mass media soffocano la diversità. Tutto viene a scarseggiare, tranne i dieci libri, i dieci dischi più venduti, i film...

Chiese distrutte tra Francia, Belgio, Inghilterra e Cile

Nel giugno 2020 i lavori di riqualificazione di un collegio universitario a Lille, Alta Francia, raggiungevano oltralpe rilevanza nazionale: oggetto del...

Genocidio armeno: forum a cura di “Arsenale delle idee”, in diretta FB, lunedì 12 ore 19

Lunedì 12 aprile 2021, alle ore 19.00 sulla pagina Fb dell’ Arsenale delle idee il forum: “Armeni: il genocidio negato” a partire dal...

Armeni, il genocidio negato, su Storia in Rete n. 180, aprile 2021

Centinaia di migliaia di morti, forse quasi un milione e mezzo. Un'intera civiltà cancellata dalle terre dove viveva da tremila anni....