Home Archivio arretrati Storia in Rete n. 156, ottobre 2018

Storia in Rete n. 156, ottobre 2018

Gli stupri di guerra sono stati improvvisamente riportati alla ribalta nei giorni scorsi dalle recenti assegnazioni del Nobel per la pace. Ma per quelli commessi in Italia dalle truppe coloniali francesi durante la Seconda guerra mondiale non c’è ancora giustizia. Eppure, nei mesi scorsi la procura militare ha finalmente aperto un’inchiesta. Dopo 75 anni.

Delle reali dimensioni storiche del fenomeno, del suo inquadramento e delle responsabilità parla Pierluigi Romeo di Colloredo in un lungo e documentato articolo, che probabilmente non piacerà oltralpe… Alla questione delle marocchinate in Ciociaria, si aggiungono poi quelle commesse ovunque i goumiers abbiano messo piede: dalla Sicilia alla Toscana, fino all’isola d’Elba. E poi i casi familiari, in un’Italia in cui essere violentata era ancora una vergogna per la vittima, che poteva anche finire sepolta viva in un manicomio pur essendo sanissima…
Storia in Rete di ottobre poi analizza le leggi razziali a ottant’anni dalla loro promulgazione e quindi apre un capitolo su due lati oscuri del Risorgimento: il mistero della morte di Ippolito Nievo, scomparso nel naufragio della “Ercole” con tutte le carte amministrative sulla Spedizione dei Mille, e la figura dell’ammiraglio Persano, il gran sconfitto di Lissa che pochi anni prima fu la longa manus di Cavour nel vasto piano di corruzione delle forze armate borboniche.
E ancora, l’epopea di Ernesto Cabruna, il “carabiniere volante” che durante la Grande Guerra attaccò da solo contro undici aerei austroungarici; Annibale sulle Alpi: da dove passò l’enorme esercito (con tanto di elefanti) del condottiero cartaginese? Filippo II di Spagna, un re pacifico costretto a far guerra su tutti i fronti; l’eccidio dei Romanov: un nuovo libro di Luciano Garibaldi fa il punto sulla strage della famiglia imperiale russa.
Tutto questo e molto altro su Storia in Rete di ottobre!!

GUARDA L’ANTEPRIMA DI STORIA IN RETE n. 156

PREFERISCI LA VERSIONE IN PDF? CLICCA QUI!!

TI SEI PERSO QUALCHE COSA? VEDI NELL’ARCHIVIO DEI NUMERI ARRETRATI

- Advertisment -

Articoli popolari

5 Maggio 1936, Badoglio entra vittorioso in Addis Abeba. L’Etiopia agli occhi dell’Europa di allora

Addis Abeba, 5 Maggio 1936 - Ottantacinque anni fa il Maresciallo Badoglio, “alle ore 16, alla testa delle truppe vittoriose”, entrava in Addis...

“Leggenda esagerata le stragi dei Savoia. Meridione decisivo nel Risorgimento”

L'autore di "Italiani per forza": "Il Sud partecipò con tutti i ceti sociali" di Luigi Mascheroni da Il Giornale...

Napoleone senza maschera. In edicola il nuovo speciale di Storia in Rete

Alla vigilia dell'anniversario dei 200 anni dalla morte dell'Imperatore (5 maggio 1821) è in distribuzione nelle edicole e sulla piattaforma "Ezpress.it"...

Le ombre del dopoguerra. Per una storia dell’Anpi (terza parte)

Visto il fallimento del sogno della rivoluzione proletaria, il Pci (e l’Anpi, di conseguenza) pensarono bene di dare alla resistenza comunista...