Home Edicola I crimini di Stalin su Storia in Rete n. 177, dicembre 2020

I crimini di Stalin su Storia in Rete n. 177, dicembre 2020

In edicola il nuovo numero di “Storia In Rete” con un ampia sezione di copertina dedicata ai crimini del Comunismo sovietico. Il focus è sull’imponente – ed efficiente – apparato repressivo attivato e coordinato personalmente da Stalin tra gli anni Trenta e gli anni Cinquanta. Lo spunto arriva da un volume appena pubblicato – “I Boia. Agli ordini di Stalin” (Mauro Pagliai Editore) dello storico russo Nikita Petrov – dove si documenta l’azione – e la fine quasi sempre tragica e per mano dei propri “compagni” – dei principali esecutori delle stragi ordinate da Stalin e dal suo braccio destro, Berija.

Dagli orrori del comunismo sovietico (e alcuni inquietanti paralleli col mondo d’oggi), una polemica che guarda al passato: perché in questi mesi viene messo sotto attacco il Maresciallo Giovanni Messe, tra i migliori generali italiani della Seconda guerra mondiale? Quindi una riflessione sul Recovery Fund e il precedente del Piano Marshall voluto dagli Stati Uniti nel dopoguerra per risollevare l’economia europea. E agganciarla a quella statunitense…

E ancora, l’Africa raccontata da Filippo Tomaso Marinetti e la caccia alle streghe attraverso il libro di un celebre inquisitore del Cinquecento.

Storia In Rete n. 177 (dicembre 2020) si può acquistare anche in pdf cliccando qui

- Advertisment -

Articoli popolari

Bellocchio farà il film sul bimbo ebreo “sequestrato” da Pio IX

Steven Spielberg ne aveva perseguito il sogno per diversi anni, ma tre anni fa ha gettato la spugna per la mancanza di...

Non è opportuno ricordare vittorie ed eroi della Marina militare italiana?

di Lorenzo Vita - da "Destra.it" del 29 marzo 2021 Negli anni 50,...

Addio mia bella addio! Riscopriamo l’epopea del nostro Risorgimento

di Alessandro Rivali da Il Sussidiario - 9 maggio 2020 La storia militare in Italia non gode di...

Dittatura digitale: ecco come ci stiamo consegnando al mondo delle macchine (e a chi le controlla)

“I mass media soffocano la diversità. Tutto viene a scarseggiare, tranne i dieci libri, i dieci dischi più venduti, i film...