Home Archivio arretrati Storia In Rete n° 33/34, luglio/agosto 2008

Storia In Rete n° 33/34, luglio/agosto 2008

 

Storia in Rete di luglio-agosto analizza il rapporto fra la Storia e la più importante enciclopedia online al mondo, Wikipedia: una presenza oramai inaggirabile, ma ancora snobbata dall’accademia e segretamente copiata da giornalisti, divulgatori e studenti. Storia in Rete va quindi a dialogo con Paco Ignacio Taibo II, il biografo del “Che” e di Pancho Villa, che bacchetta l’Italia per aver dimenticato Garibaldi. L’uso politico delle Olimpiadi nella storia è quindi il tema dell’articolo di Paolo Sidoni per questa estate dei Giochi di Pechino, mentre Pietro Romano ci parla delle frequentazioni assai poco “politically correct” del papà di James Bond, Ian Fleming. Quindi Storia in Rete anticipa un saggio di Anna Millo contenuto nella raccolta pubblicata dalla editrice Le Lettere sull’occupazione italiana della Iugoslavia: come il (veramente) “buon italiano” salvò oltre cinquemila ebrei sottraendoli ai tedeschi e ai croati. E ancora, due aspetti poco noti del Referendum istituzionale del 2 giugno 1946: l’insospettabile influenza che il bandito Giuliano ebbe a favore dei repubblicani nei villaggi siciliani dove imperava secondo Sergio Boschiero, e la conferma scoperta da Aldo A. Mola sui documenti ufficiali che qualche broglio elettorale vi fu, ma nessuna congiura generalizzata. Continua poi sulle pagine di Storia in Rete il botta-e-risposta fra Renata Broggini e Angelo Stigliano sul passato resistenziale di Indro Montanelli. Quindi, le manovre dell’Italia per entrare in guerra col migliore offerente nel 1915, come emerge dalle carte inedite di Salandra scoperte da Aldo G. Ricci, e come poi i servizi segreti militari italiani – e i loro eroi nell’ombra – gestirono la guerra mondiale, nella seconda puntata della storia del SIM di Andrea Vento. Storia in Rete  quindi anticipa un capitolo dell’ultimo libro di Luciano Garibaldi sull’attentato ad Hitler del 20 luglio 1944 e alcuni passaggi del volume dedicato da Lucio Lami (edito da Mursia) all’ultima – fallita – spallata dei turchi all’Europa: la battaglia di Vienna del 1683.

Copertina Storia in Rete n° 33-34

Leggi il Sommario di Storia in Rete n° 33-34

Wikipedia: nuova frontiera (o nuovo fronte?) per la Storia

Montanelli: terza puntata del dibattito fra Marcello Staglieno e Renata Broggini

Le Olimpiadi e la discordia: un secolo di lotte politiche fra i Cinque Anelli

Parla Paco Ignacio Taibo II, il biografo del “Che”

 

Storia in Rete n. 33-34

- Advertisment -

Articoli popolari

Cofrancesco: sulla Storia del ‘900 è gara a chi la spara più grossa…

di Dino Cofrancesco dal Huffington Post del 30 gennaio 2021 Il dovere della memoria nel nostro paese ―...

Cancel culture a San Francisco: il nome di Lincoln resta per evitare una causa

Il direttivo del distretto scolastico di San Francisco il 5 aprile scorso ha votato all'unanimità per annullare la decisione presa a...

Putsch in the USA

Forse non tutti sanno che anche gli U.S.A., negli anni Trenta, hanno rischiato di finire sotto una dittatura militare. La storia...

5 Maggio 1936, Badoglio entra vittorioso in Addis Abeba. L’Etiopia agli occhi dell’Europa di allora

Addis Abeba, 5 Maggio 1936 - Ottantacinque anni fa il Maresciallo Badoglio, “alle ore 16, alla testa delle truppe vittoriose”, entrava in Addis...