Archivio: ‘ Miti ’

15 fatti sul sesso che a scuola non insegnano…

19 luglio

Prostitution was legal in the capital, and guidebooks were published and updated every year to help men find the sex worker who was right for them. The guides contained prices, ages, appearance, techniques, reviews, and the sort of activities the women were willing to do (in lurid detail). It was a bit like a mucky version of TripAdvisor.Queste cose a scuola di sicuro i professori non ve le hanno raccontate. Nel 18° secolo l’imperatrice di Russia Caterina la Grande aveva assunto dei ‘solleticatori di piedi. Si eccitava così, come Anna Leopoldovna, che pagava eunuchi e ragazze per …

Guevara 50 anni dopo. Un mito diventato gadget

9 ottobre

Ammettiamolo, le ricorrenze sono una pesante rottura di scatole. Come i compleanni e gli appuntamenti dal dentista. Del resto, Santa Romana Chiesa da due millenni ci ossessiona con gli onomastici e il calendario dei Santi. Ogni giorno ha il suo …

L’odioso mito del Mediterraneo incrocio di popoli e culture

5 agosto

L’ondata migratoria dai paesi d’Africa e Medio Oriente verso il Vecchio Continente, oltre a disordini sociali nei Paesi d’arrivo e infiniti lutti nel Mediterraneo, ha innescato in Occidente una sorta di idolatria dell’integrazione, che sfrutta una tragedia umana nel nome …

Fenestrelle e il genocidio (inesistente) dei borbonici

24 settembre

Quanti furono i prigionieri di guerra borbonici e papalini che morirono al forte San Carlo di Fenestrelle tra il 1860 e il 1865, dopo il crollo del Regno delle Due Sicilie e la proclamazione del Regno d’Italia? Per Juri Bossuto …

Anche in Austria il mito di Sissi si incrina

21 settembre

Egoista, maniacodepressiva, cocainomane, narcisista, madre fredda e distaccata. A tre mesi dal 175° anniversario della nascita (il prossimo 24 dicembre) l’Austria fa i conti con forse la più iconica e celebre figura del suo glorioso passato, l’imperatrice Sissi, Elisabeth amatissima …

Il mito del “Compagno Lovecraft” (da “Storia in Rete” n. 21-22)

20 agosto
La consacrazione definitiva di un autore si ha quando il suo nome diventa un aggettivo. Parlando di una risata «omerica», una bolgia «dantesca», un personaggio «pirandelliano», una situazione «kafkiana», sappiamo bene ciò che intendiamo. Oggi, quando usiamo il termine «lovecraftiano», …