Archivio: ‘ toponomastica ’

Giù le mani dal Conte Volpi: l’ossessione di riscrivere la storia

7 febbraio

Risultato immagini per Giuseppe Volpi di MisurataIl passato non si dimentica, certo. Ma bisognerebbe prima di tutto conoscerlo e, soprattutto, non manipolarlo per obiettivi politici.

Marco Gervasoni da il Giornale, ultime notizie del 07/02/2020

Qualche anno fa provocò l’ilarità generale il «turbamento» che il presidente della Camera, Laura Boldrini, confessò …

A Cerreto Sannita si fa damnatio memoriae anti-risorgimento

3 marzo

Cerreto Sannita (BN) un comune di quasi 4000 anime che si erge orgoglioso alle porte del Parco Regionale del Matese. Perla economica del Sannio per la sua ceramica variopinta, arricchita dallo stile baroccheggiante già nel lontano 1688 dall’apporto dei “faenzari” …

Alto Adige: via dai rifugi montani nomi italiani e Tricolore

25 settembre

Niente nomi italiani, “bollati come fascisti”, e niente obbligo di bandiera italiana nei rifugi di montagna altoatesini. La proposta lanciata del partito separatista di Eva Klotz e Sven Knoll, approvata in Consiglio provinciale a Bolzano, suscita polemiche. E coinvolge Vittorio …

Che ci frega delle Foibe? «Tito è stato un grande statista»

11 febbraio

Provate a immaginare una giornata della memoria dell’Olocausto celebrata in un Paese dove ci siano delle vie o piazze dedicate ad Hitler oppure a uno dei suoi gerarchi. Domani, 10 febbraio, lo Stato ricorda l’esodo di oltre 200 mila istriani …

Stalingrado 1943-2013. La Russia ricorda la sua battaglia più epica

2 febbraio

Carycin prima, Stalingrado poi, Volgograd ora. La città russa nata nel 1589, che visse le dure devastazioni della Seconda guerra mondiale ma che tuttavia fu teatro della disfatta dell’esercito di Adolf Hitler nel 1943, tornerà a chiamarsi Stalingrado (Stalingrad in …

Storia in Rete numero 83-84, settembre-ottobre 2012

15 ottobre

Storia in Rete di settembre-ottobre dà ai suoi lettori uno scoop esclusivo su un tema di scottante attualità: le trattative Stato-Mafia. Nel 1946 ci fu anche un incontro segreto tra un boss mafioso e re Umberto II?. E’ quanto

Firenze: consiglio comunale, no a via o lapide per Giovanni Gentile

19 aprile

Il Consiglio comunale di Firenze ha bocciato l’ordine del giorno presentato dal consigliere del Pdl Francesco Torselli, che chiedeva di intitolare una via, o porre una lapide a ricordo di Giovanni Gentile, il filosofo considerato padre dell’Idealismo, già ministro dell’Istruzione, …