Home Stampa italiana 1 Armeni, il genocidio negato. Una conferenza per non dimenticare

Armeni, il genocidio negato. Una conferenza per non dimenticare

di Clemente Ultimo da Destra.it del 21 aprile 2021

Poco noto, a volte dimenticato, spesso osteggiato per non turbare le relazioni con l’ingombrante “alleato” turco, il genocidio armeno vanta un triste primato: è stato il primo tentativo registratosi nel XX secolo di sradicare la presenza di un gruppo etnico-religioso da un territorio in maniera sistematica, scientifica si potrebbe dire. Una tragedia che con il suo milione di morti – e forse più, sui numeri difficilmente si avrà mai una certezza – ha aperto le porte ad altri orrori. Eppure, nonostante ciò, del genocidio armeno poco si sa. Probabilmente per una sorta di “vergogna” delle potenze occidentali che negli anni burrascosi della Grande Guerra poco nulla fecero – o poterono fare -, vergogna diventata poi in molti casi disinteresse per la tragedia di un popolo geograficamente lontano e per di più poi “risucchiato” nel gorgo sovietico per settant’anni. Sicuramente per l’impegno della Turchia nel negare non tanto le responsabilità della classe politica ottomana, piuttosto addirittura lo stesso sterminio degli armeni.

Per contribuire alla conoscenza di quei tragici avvenimenti il 24 aprile è diventata giornata dedicata al ricordo del genocidio armeno. Tra i diversi appuntamenti in calendario segnaliamo la presentazione – per iniziativa dell’Assessorato alle Politiche Culturali del comune di Rignano Flaminio e dell’Associazione Janus Liber – del numero di aprile del mensile “Storia in Rete” che dedica la storia di copertina proprio al genocidio armeno. Una ricostruzione, affidata alla penna di Marco Valle, che dal 1915 arriva fino ai giorni nostri, toccando le drammatiche vicende della guerra per il Nagorno Karabakh che, nello scorso autunno, ha visto scontrarsi armeni ed azeri – sostenuti dai turchi – per il controllo della regione caucasica.

Il numero di Storia In Rete n. 180 che dedica ampio spazio al genocidio armeno

All’iniziativa prenderanno parte Vincenzo Marcorelli, assessore alle Politiche Culturali, Fabio Andriola, direttore di “Storia in Rete”, i giornalisti Marco Valle, Clemente Ultimo e Daniele Dell’Orco, autori questi ultimi dei libri “Il grande gioco del Caucaso” ed “Armenia cristiana e fiera”. A moderare i lavori Valentina Karakhanian, presidente dell’Utai. Sarà possibile seguire l’evento a partire dalle 18,30 sul canale social www.facebook.com/bibliotecacomunale.rignanoflaminio e www.youtube.com/user/rignanocomune .

- Advertisment -

Articoli popolari

La romanizzazione delle colonie in epoca fascista

Il destino di Roma? Civilizzare e pacificare le nazioni. Ma perché in epoca fascista si usava spesso il vocabolo “romanamente”? Semplicemente perché...

Cofrancesco: sulla Storia del ‘900 è gara a chi la spara più grossa…

di Dino Cofrancesco dal Huffington Post del 30 gennaio 2021 Il dovere della memoria nel nostro paese ―...

Cancel culture a San Francisco: il nome di Lincoln resta per evitare una causa

Il direttivo del distretto scolastico di San Francisco il 5 aprile scorso ha votato all'unanimità per annullare la decisione presa a...

Putsch in the USA

Forse non tutti sanno che anche gli U.S.A., negli anni Trenta, hanno rischiato di finire sotto una dittatura militare. La storia...