Home XX secolo Beatles, Michael Jackson e Sinatra spiati dall'FBI

Beatles, Michael Jackson e Sinatra spiati dall’FBI

The Beatles e Michael Jackson furono spiati dell’Fbi, nel caso potessero rappresentare una minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti: è quanto riporta il tabloid britannico The Sun.

.

da TMNews del 16 aprile 2011
.
Il Bureau, come dimostrano i dossier recentemente declassificati, era preoccupato non tanto dalla musica, quanto dai musicisti e su questo punto i federali si sono rivelati di gusti eclettici: dai Kiss (violenze nei concerti), a Frank Sinatra (presunti legami con la mafia e tendenze comuniste), passando per Jimi Hendrix e Grateful Dead (per possibile spaccio di droga); come vittima di un tentativo di estorsione compare invece Elvis, che con l’Fbi era piuttosto incline a collaborare.

In particolare, ci sono 200 pagine su John Lennon (considerato un pericoloso radicale oltretutto drogato) e Yoko Ono, colpevoli di aver posato nudi per la copertina di un album; quanto a “Jacko”, l’interesse nei suoi confronti del Bureau era giustificato dalle accuse di pedofilia.

____________________

Inserito su www.storiainrete.com il 16 aprile 2011

- Advertisment -

Articoli popolari

La romanizzazione delle colonie in epoca fascista

Il destino di Roma? Civilizzare e pacificare le nazioni. Ma perché in epoca fascista si usava spesso il vocabolo “romanamente”? Semplicemente perché...

Cofrancesco: sulla Storia del ‘900 è gara a chi la spara più grossa…

di Dino Cofrancesco dal Huffington Post del 30 gennaio 2021 Il dovere della memoria nel nostro paese ―...

Cancel culture a San Francisco: il nome di Lincoln resta per evitare una causa

Il direttivo del distretto scolastico di San Francisco il 5 aprile scorso ha votato all'unanimità per annullare la decisione presa a...

Putsch in the USA

Forse non tutti sanno che anche gli U.S.A., negli anni Trenta, hanno rischiato di finire sotto una dittatura militare. La storia...