Home XX secolo Gagarin: 55 anni fa iniziava l'era del volo umano nello spazio

Gagarin: 55 anni fa iniziava l'era del volo umano nello spazio

Il 12 Aprile 1961 l’Unione Sovietica invia in orbita il primo astronauta della storia, Yuri Gagarin.
La Vostock 1, la prima navicella a trasportare un uomo nello spazio, decollò da Baikonur, nel Kazakistan. Yuri Gagarin, al suo interno, riuscì a percorrere l’orbita del pianeta in ottantanove minuti, raggiungendo un’altitudine massima di 301 chilometri. La Vostock 1 non aveva un sistema di atterraggio e Gagarin si paracadutò una volta rientrato nell’atmosfera, dimostrando che l’uomo poteva sopravvivere ad un volo spaziale. L’astronauta divenne immediatamente una star nazionale e internazionale.
Il successo di Gagarin fu un motivo di grave imbarazzo per il Presidente Kennedy. Gli Stati Uniti sembravano arrancare pericolosamente nella sfida con l’Unione Sovietica per la conquista dello spazio. Alcuni opinionisti arrivarono ad affermare che una supremazia in quel campo avrebbe significato il dominio dell’intero pianeta. Kennedy reagì annunciando il lancio di un programma statunitense per inviare l’uomo sulla Luna entro il 1970.
da Radio 1 Accadde domani dell’11 aprile 2016 

- Advertisment -

Articoli popolari

Putsch in the USA

Forse non tutti sanno che anche gli U.S.A., negli anni Trenta, hanno rischiato di finire sotto una dittatura militare. La storia...

5 Maggio 1936, Badoglio entra vittorioso in Addis Abeba. L’Etiopia agli occhi dell’Europa di allora

Addis Abeba, 5 Maggio 1936 - Ottantacinque anni fa il Maresciallo Badoglio, “alle ore 16, alla testa delle truppe vittoriose”, entrava in Addis...

Intervista a Messina: “Le stragi dei Savoia? Una leggenda esagerata. E il Meridione fu decisivo nel Risorgimento”

L'autore di "Italiani per forza": "Il Sud partecipò con tutti i ceti sociali" di Luigi Mascheroni da Il Giornale...

Napoleone senza maschera. In edicola il nuovo speciale di Storia in Rete

Alla vigilia dell'anniversario dei 200 anni dalla morte dell'Imperatore (5 maggio 1821) è in distribuzione nelle edicole e sulla piattaforma "Ezpress.it"...