Home Edicola I Visconti, i primi padroni d'Italia. Storia in Rete n. 182, luglio...

I Visconti, i primi padroni d’Italia. Storia in Rete n. 182, luglio 2021

Da Comune rampante a Signoria e poi Ducato nel giro di quattro generazioni. Con l’aspirazione a trasformare il loro dominio lombardo in un vero e proprio regno in Italia e – forse – di Italia. I Visconti, la dinastia del Biscione, in poco più di cento anni trasformarono Milano nel centro di un potente Stato, in grado di strappare concessioni all’Impero, sfidare il Papato e le altre potenze italiane e aspirare perfino a una federazione degli Stati della penisola. Storia in Rete li racconta con una lunga intervista a Daniela Pizzagalli, autrice di un nuovo saggio incentrato su una delle figure più sanguigne e determinate del Medioevo italiano: Bernabò Visconti.

Abbandoniamo il XIV secolo per ritrovarci nel XX, dove alcuni documenti inediti lanciano nuovi indizi sulle ultime mosse del Duce al crepuscolo della Repubblica Sociale. Chi incontrò Mussolini a Milano prima della fatale ritirata sul Lago di Como? E perché? Dove progettava di andare?

Dal Fascismo al Comunismo, con le terribili testimonianze degli oltre settanta dissidenti che in tutto il blocco sovietico – emulando Jan Palach – si sono immolati dandosi fuoco e trovando una morte orrenda e lenta per testimoniare il loro desiderio di libertà dall’oppressione.

E quindi il Risorgimento, con l’ennesimo anniversario sprecato – il 160 dalla morte del Grande Tessitore Cavour – e le vicissitudini dell’inquieta salma di uno dei più celebri patrioti italiani: quel Goffredo Mameli, morto giovanissimo nella difesa di Roma del 1849, la cui firma sigla il nostro Inno Nazionale.

Tutto questo e molto altro su “Storia in Rete” n. 182

- Advertisment -

Articoli popolari

Congiure, spie, attentati. La lunga strada verso la caduta del Fascismo

di Matteo Sacchi da Il Giornale del 16 luglio 2021 Alle 2 e 30, nella notte del 25...

Analisi del DNA e conferenze: Colombo era italiano o iberico?

Dal "Guardian" del 20 maggio 2021 - traduzione via Dagospia Cristoforo Colombo era italiano? Per cercare di rispondere...

“Quando eravamo noi ad emigrare”. Come strumentalizzare un luogo comune per giustificare l’immigrazione clandestina

Quante volte abbiamo sentito lo slogan “quando eravamo noi ad emigrare” per giustificare il traffico di esseri umani nel Mediterraneo? Infinite...

Carlo V contro Machiavelli e il Papa. Così “l’Europa” schiacciò l’Italia

Di Antonio Socci dal blog "Lo Straniero" del 9 luglio 2021 La liberazione dell’Italia dal dominio straniero e la sua unificazione –...