Home VIDEO La7, in onda il processo a Galileo firmato "Storia In Rete"

La7, in onda il processo a Galileo firmato “Storia In Rete”

Oggi, 7 gennaio 2021, alle 16,10, la La7 trasmette il documentario di “Storia In Rete” dedicato al processo a Galileo Galilei nell’ambito dell’appuntamento di TagaDoc. Scienziato e uomo, fortemente inserito nel proprio tempo ma determinato a rivoluzionarlo con le sue scoperte e le sue ambizioni, Galileo Galilei (1564-1642) ingaggiò a più riprese un braccio di ferro con l’Inquisizione cattolica, che alla fine lo vide soccombere e ad abiurare alcune delle sue convinzioni. Da Pisa a Padova, da Venezia a Firenze e poi a Roma, il documentario segue la lunga esistenza di uno scienziato e di un uomo diviso tra fede e ricerca scientifica nell’Italia della Controriforma, una divisione che segnerà la sua vita fino al drammatico processo del 1633 in cui la condanna arrivò anche grazie ad un documento forse falso e che descriveva in modo diverso un colloquio privato del 1617 tra Galileo e il potente Cardinal Bellarmino. Nel 1633 Bellarmino era però ormai morto da tempo e non poteva più aiutare Galileo a ristabilire la verità. Una sfortuna che porterà a lo scienziato a passare gli ultimi anni, sempre più solo e malato, agli arresti domiciliari nella villa di Arcetri, presso Firenze.

- Advertisment -

Articoli popolari

Churchill e i leoni di El Alamein, breve storia di un apocrifo

23 ottobre, anniversario di El Alamein. Al solitopare non si possa fare a meno di citare la frase attribuita a Churchill: "Dobbiamo...

Perché mezza Italia – e forse più – non è antifascista? (di M. Veneziani)

Marcello Veneziani da La Verità del 10 ottobre 2021 Ma finitela con questa caccia al fascista, al saluto romano, al...

Pio XII, nuove indagini d’archivio: “Non tacque sull’Olocausto”

da La Voce del 30 agosto 2021 Papa Pio XII non è stato muto né inattivo di fronte...

“E mò te sfonno”. Piccola lezione di storia della sessualità antica

Quando un semicolto incontra uno che ha studiato sul serio, il semicolto è un semicolto morto. E così si busca "du'...