Home Ultime notizie Mussolini e Maria Josè di Savoia furono amanti?

Mussolini e Maria Josè di Savoia furono amanti?

notizie-dal-mondo-della-storia1.png (90×90) Maria José di Savoia e Benito Mussolini sono stati amanti. Finora se ne era solo sussurrato, ma una lettera pubblicata dal settimanale OGGI in edicola il 31 agosto conferma quella relazione, conosciuta anche dalla moglie di Mussolini, Rachele. La lettera è firmata da Romano Mussolini, il figlio del Duce morto cinque anni fa, risale al 1971 ed è indirizzata ad Antonio Terzi, già vicedirettore del Corriere della Sera. L’ha rinvenuta il figlio di Terzi. Scrive Romano Mussolini: «Posso in perfetta buona fede confermare che spesso in casa nostra si è parlato dei rapporti sia politici sia sentimentali tra Maria José e mio padre, e ti posso dire con sincerità che mia madre a tale proposito è stata sempre (anche se coi logici riserbi) assai esplicita: tra mio padre e l’allora Principessa di Piemonte v’è stato un breve periodo di relazione sentimentale intima, poi credo sicuramente interrotta per volontà di mio Padre». L’autenticità della lettera è stata confermata a Oggi da Maria Scicolone, ex moglie di Romano Mussolini.

__________________

Inserito su www.storiainrete.com il 10 settembre 2011


- Advertisment -

Articoli popolari

5 Maggio 1936, Badoglio entra vittorioso in Addis Abeba. L’Etiopia agli occhi dell’Europa di allora

Addis Abeba, 5 Maggio 1936 - Ottantacinque anni fa il Maresciallo Badoglio, “alle ore 16, alla testa delle truppe vittoriose”, entrava in Addis...

“Leggenda esagerata le stragi dei Savoia. Meridione decisivo nel Risorgimento”

L'autore di "Italiani per forza": "Il Sud partecipò con tutti i ceti sociali" di Luigi Mascheroni da Il Giornale...

Napoleone senza maschera. In edicola il nuovo speciale di Storia in Rete

Alla vigilia dell'anniversario dei 200 anni dalla morte dell'Imperatore (5 maggio 1821) è in distribuzione nelle edicole e sulla piattaforma "Ezpress.it"...

Le ombre del dopoguerra. Per una storia dell’Anpi (terza parte)

Visto il fallimento del sogno della rivoluzione proletaria, il Pci (e l’Anpi, di conseguenza) pensarono bene di dare alla resistenza comunista...