Home In primo piano Il Libero Comune di Pola in Esilio ricorda l’eccidio di Vergarolla

Il Libero Comune di Pola in Esilio ricorda l’eccidio di Vergarolla

Anche quest’anno il Libero Comune di Pola in Esilio ricorderà a Pola l’eccidio di Vergarolla, che il 18 agosto 1946 provocò la morte di almeno 64 persone e il ferimento di circa 200. L’età media dei morti accertati era di 26 anni.

Il lutto, provocato da quel vile attentato di chiara matrice politica, interessò tutta la comunità italiana residente di allora, ammontante a circa il 90% dell’intera cittadinanza, inducendola pochi mesi dopo alla sofferta decisione dell’esilio. Sia coloro che partirono sia coloro che rimasero annoverarono congiunti, parenti e amici tra le povere vittime innocenti. Ed è proprio in funzione di questo comune doloroso ricordo che le due comunità di polesani, quella degli esuli e quella dei rimasti, da anni ormai rinnovano l’occasione d’incontro per un atto congiunto di umana pietà verso quei propri concittadini.

Per il 64° anniversario della brutale strage, l’organizzazione delle cerimonie commemorative è stata assunta dalla Comunità degli Italiani di Pola, d’intesa con il Libero Comune di Pola in Esilio.

Mercoledì 18 agosto, con inizio alle ore 11.00, Mons. Staver celebrerà nel Duomo di Pola una Santa Messa di suffragio con la partecipazione della corale della società artistico-culturale “Lino Mariani” della Comunità degli Italiani di Pola.

Alle ore 12.15 verranno poste corone di fiori ai piedi del cippo che ricorda il massacro.

Infine, a partire dalle ore 13.00, si terrà un incontro conviviale nella sede della Comunità degli Italiani di Pola.

Con il preciso intento di rendere maggiormente istituzionali le cerimonie e di inserirle nel calendario ufficiale delle celebrazioni cittadine, l’invito a partecipare è stato esteso alle Autorità comunali di Pola, a quelle della Regione Istria, al Consolato Italiano di Fiume, nonché a tutti i membri del Consiglio del Libero Comune di Pola in Esilio e della locale Comunità degli Italiani.

Il Libero Comune di Pola in Esilio invita tutti gli esuli a partecipare.

______________________________

Inserito su www.storiainrete.com il 14 agosto 2010

- Advertisment -

Articoli popolari

Colonialismo “green”. Nella Somalia italiana del 1929 il primo veicolo ibrido. Risparmi del 90%

Il postulato del programma dell’autarchia fascista per ridurre al minimo le importazioni valeva naturalmente anche per le Colonie. Le ricerche perciò...

Usa: verità sul razzismo, ma l’antirazzismo è ideologico

In un discorso tenuto a Tulsa, Oklahoma, il presidente Joe Biden ha ricordato il massacro dei neri avvenuto 100 anni fa. Ha promesso...

Contro i paragoni storici e a proposito delle debolezze della Repubblica

Da tempo sogno una legge impossibile: sarebbe una norma semplice, di un solo articolo e di facile applicazione perché il reato...

Alida Valli e nave Vittorio Veneto: anniversari e memoria

Tra gli sport in cui l’Italia del terzo millennio sembra eccellere è quello di bucare le ricorrenze a cifra tonda. Centenari,...