Archivio: ‘ Foibe ’

“L’Italia non vuole risarcire noi esuli giuliano-dalmati”

31 agosto

Immagine correlataMatteo Gherghetta , presidente milanese dell’Associazione, chiede giustizia per chi ha subito l’immane tragedia.

di Michelangelo Bonessa da il Giornale, ultime notizie del 28/08/2019 –

L’Italia non paga i suoi debiti a più di trentamila italiani. Dopo settant’anni, infatti, gli esuli giuliano-dalmati ancora aspettano …

Storia in Rete n. 161, marzo aprile 2019

1 aprile

A che punto siamo nel dibattito sulle Foibe? Negazionisti, riduzionisti, ignorazionisti sembrano in rotta, rassegnati. Ma col ripiegamento degli ambienti “ufficiali”, un nuovo pericolo sembra sorgere all’orizzonte: quello delle minacce e delle intimidazioni a chi vuol raccontare la memoria della …

Foibe, la Lega attacca l’Anpi: “Basta fondi ai negazionisti'”

9 febbraio

Clima da caccia alle streghe, parla storica del convegno con AnpiIl pugno duro del Carroccio contro il convegno sponsorizzato dall’Anpi per il 10 febbraio a Parma: “Vergogna negare la storia”.

di Luca Romano da il Giornale, ultime notizie del 04/02/2019

Vuoi saperne di più sugli “ignorazionisti” che raccontano a modo loro la vicenda delle

I social non dimenticano chi è stato ammazzato con la sola colpa di essere italiano

10 dicembre

Risultati immagini per Rosso IstriaLa foto in bianco e nero sbiadita dal tempo è sempre sulla mia scrivania. Il nonno Ezechiele con un fiume di capelli neri tiene in braccio Grazia, mia madre, appena nata.

Di Fausto Biloslavo dal il Giornale, ultime notizie dell’8/12/2018

Vuoi saperne di più

Padova. Minacce e intimidazioni: censurato il fumetto sulle Foibe

21 marzo

Risultati immagini per padova foibe ferrogallicoAll’Università c’è la presentazione della graphic novel su Norma Cossetto. Antifascisti e femministe insorgono: iniziativa rimandata per motivi di sicurezza.

di Emanuele Ricucci, dal Homedel 21 Marzo 2018

A Norma Cossetto non è bastato morire. Non sono bastate le violenze …

Galli della Loggia: “I violenti e le parole ambigue”

28 febbraio

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto«Noi condanniamo qualsiasi violenza e da qualsiasi provenienza. Però non possiamo fare a meno di ricordare che l’Italia è una Repubblica fondata sull’antifascismo, che la nostra Costituzione è antifascista». Queste a un dipresso le parole di tanti esponenti dello schieramento …

Macerata: al corteo cantano “Ma che belle son le foibe da Trieste in giù”

11 febbraio

“Ma che belle son le foibe da Trieste in giù”. Inneggiano alla tragedia degli italiani esuli dell’Istria e della Dalmazia. E lo fanno durante quello che dovrebbe essere un corteo antifascista, contro la violenza e contro le discriminazioni. Alla faccia. …

Storia in Rete n. 147, gennaio 2018

16 gennaio

La doppia faccia del tradimento: infami per qualcuno, eroi per qualcun altro, spesso nella storia coloro che furono additati come voltagabbana lo sono stati per essere capitati “dalla parte sbagliata” o per aver dovuto fare scelte inevitabili. Altri invece hanno …

Storia in Rete n. 145-146, novembre-dicembre 2017

27 novembre

Un’intervista a Pirandello “riscoperta” dopo 80 anni getta media e intellettuali nello sconcerto: com’era possibile che un premio Nobel, uno dei più amati autori della letteratura e del teatro del Novecento manifestasse così apertamente la sua entusiastica adesione al Fascismo? …

Partigiani in cattedra: la Toscana riscrive la tragedia delle foibe

24 agosto

Immagine correlataCosa direbbero a sinistra se un negazionista spiegasse l’Olocausto nelle scuole? Griderebbero alla mistificazione. In effetti la (malsana) idea della Regione Toscana di affidare ai partigiani – anziché alle associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati – il lugubre racconto …